Economia

Cybersecurity e big data all’Academy 4.0 del Kilometro Rosso

  • Abbonati
  • Accedi
FORMAZIONE E TECNOLOGIA

Cybersecurity e big data all’Academy 4.0 del Kilometro Rosso

Cybersecurity, big data, certificazione di Java Architect Oracle. Che in realtà è solo l’antipasto, si tratta solo dei primi tre master, a cui seguiranno numerose altre iniziative. È il risultato della collaborazione tra Experis Academy - il training center specializzato nei settori Engineering ed IT di ManpowerGroup-, Kilometro Rosso e Confindustria Bergamo, che hanno dato vita ad un nuovo polo di formazione nell’area di Industria 4.0. L’obiettivo per il 2018 prevede la formazione di almeno 300 persone, un migliaio in tutta Italia tenendo conto delle iniziative già avviate.

L’iniziativa riguarda nuovi corsi di alta formazione e specializzazione, con i primi tre master in partenza già tra marzo e aprile. A questi si aggiungeranno percorsi formativi, alcuni ad accesso gratuito e altri a valori di mercato, concentrandosi su vari ambiti dell’hi-tech, tra cui intelligenza artificiale, infrastrutture cloud e blockchain. E ancora percorsi di Engineering nell’ambito della robotica, oppure di elettronica applicata e progettazione, corsi nel settore MotorSport che prevede master come Tecnologo dei Materiali Compositi, Aerodinamica, Dinamica Veicolo, Power Unit e Formula E Motore Elettrico.

Nata dall’esperienza MotorSport a Maranello, Experis Academy è un progetto che si sviluppa attraverso partnership con le aziende che rappresentano l'eccellenza nei settori di riferimento. I corsi di alta formazione e specializzazione sono scelti e mirati secondo le esigenze delle organizzazioni, che contribuiscono alla didattica con propri docenti e sono le prime a poter inserire in azienda le persone formate. I soggetti coinvolti saranno numerosi: da un lato persone non occupate che intendono alzare il proprio livello di competenze, dall’altro laureati che puntano ad inserirsi in percorsi di alta formazione.

Le partnership dell’iniziativa di Bergamo sono molteplici, con il coinvolgimento di Confindustria Bergamo, Abb, Avanade, Brembo, Dallara Automobili,Hewlett Packard Enterprise, Hitachi, Microsoft e Oracle.

«Riqualificare e aggiornare le competenze per mantenersi competitivi è la priorità del Paese - spiega Stefano Scabbio, Presidente Area Mediterranea, Nord ed Est Europa ManpowerGroup - anche perché è arduo pensare di rallentare la velocità del progresso tecnologico e della globalizzazione. Possiamo e dobbiamo agire immediatamente per individuare quelle competenze che devono essere sviluppate e rimodellate (upskilling e reskilling), in modo da disporre di lavoratori preparati per il futuro. La partnership che presentiamo oggi tra ExperisAcademy e KilometroRosso è uno degli esempi virtuosi di come sia possibile oggi superare gli individualismi per convergere su soluzioni che rispondano a problemi comuni e che possano favorire la costruzione di un Futuro condiviso».

Sede della nuova academy è dunque Kilometro Rosso, uno dei principali distretti europei dell'innovazione e incubatore di idee.

«Alla fase degli investimenti - spiega il presidente di Kilometro Rosso e Brembo Alberto Bombassei - deve ora seguire la fase della formazione, qui siamo in un territorio di eccellenza ed è un dovere muoversi da “primi della classe”. Sviluppare un know-how adeguato è cruciale per tutti: per il Paese si tratta di una sfida epocale, perché è in gioco la nostra permanenza ai vertici della manifattura mondiale. Il nuovo Governo ? Spero voglia confermareil piano Industria 4.0, che ha contribuito a rilanciare l’economia ».

«La nostra esperienza – commenta Andrea Pontremoli, Amministratore Delegato e Direttore Generale Dallara Automobili - in una zona a bassa occupazione è diventata un caso di successo, che stiamo gemmando non solo al Kilometro Rosso ma anche in altre zone d'Europa. Il modello che abbiamo costruito insieme agli enti formativi, ad Experis e alle istituzioni del territorio, mette insieme il valore che in Italia c'è, in ottica di Sistema, per orientare il futuro del lavoro e la competitività delle nostre imprese».

«Il nostro obiettivo - spiega il Presidente di Confindustria Bergamo Stefano Scaglia - è garantire alle imprese la competitività necessaria per lo sviluppo, Questa è una partnership importante, sia per contribuire alla riconversione dei profili lavorativi, sia per aprirci verso l’esterno provando ad attrarre nuove risorse sul territorio. Nei prossimi anni la domanda di lavoro a Bergamo crescerà a tassi doppi rispetto all’offerta locale: è un gap che dobbiamo assolutamente colmare».

«Le competenze del futuro - aggiunge Stefano Venturi, Corporate Vice President e ad di Hewlett Packard Enterprise Italia - in questo scenario dove la materia prima sono i dati, partono dall'abilità della loro gestione ed interpretazione. Il cambiamento è così rapido da richiedere una cultura digitale che significa anche capacità di adattarsi e rinnovarsi costantemente per cogliere le opportunità e le sfide future. Grazie alla skills revolution, alcune nuove professioni sono già nate, altre se ne creeranno più rapidamente di quanto il sistema formativo potrà metterne a disposizione».

© Riproduzione riservata