Economia

Il tablet supera il notebook nelle intenzioni di acquisto

  • Abbonati
  • Accedi
consumi

Il tablet supera il notebook nelle intenzioni di acquisto

Non è vero che le dimensioni non contino. Anzi... per i tablet sono uno dei principali requisiti richiesti dai potenziali acquirenti. Più della potenza di calcolo. La faccenda cambia se si tratta di notebook: chi è in procinto di comprarne uno si informa preventivamente sul peso – più lo strumento è leggero, meglio è, ovviamente dovendo portarlo in giro – e secondariamente a quello che comunemente viene chiamato processore, oppure, da chi se ne intende “Cpu”: central processing unit.

Bene, fino a fine 2017 nelle intenzioni di acquisto non c’era partita, nel senso che il notebook aveva decisamente la meglio. Ora, invece, le cose sembrano cambiate e dall’inizio dell’anno l’analisi delle ricerche di informazioni online – e quindi l’”interesse” degli utenti – si è invertito con i tablet decisamente più in auge. A dirlo è l’ultima ricerca realizzata da idealo, il portale che analizza e confronta i prezzi dei dispositivi online (compara 94,3 milioni di offerte di oltre 16.200 negozi online).

«Seguiamo da tempo con interesse questa lotta tra tablet e notebook e sapevamo che il sorpasso era alle porte» afferma Fabio Plebani, country manager per l’Italia di idealo. «Analizzando i nostri dati – continua il manager – abbiamo avuto conferma di come si tratti di due categorie entrambe amate dai consumatori digitali; si tratta du due tipologie di prodotti che crescono entrambi ma a velocità differenti. Questo doppio andamento positivo, al di là del confronto interno, ci mostra come i dispositivi portatili stiano continuando la propria avanzata per la conquista del mondo desktop».

Secondo il portale di comparazione prezzi, nel 2018 l’interesse per il tablet ha per la prima volta non solo superato – ma doppiato – quella nei confronti del notebook con una percentuale di crescita del 52% rispetto al 26% del suo antagonista. L’analisi rivela anche una serie di dettagli e curiosità sull’identikit degli acquirenti. «Gli e-consumer più interessati ai notebook – si legge nel report – si concentrano nella fascia di età che va dai 25 ai 34 anni (il 26,3% del totale), mentre gli amanti dei tablet sono tendenzialmente più grandi. Infatti, i più interessati alla categoria hanno tra i 35 e i 44 anni (29,4%) e, più in generale, gli over 44 prediligono i tablet rispetto ai notebook (37,8% contro 30,2%), probabilmente perché si tratta di strumenti più intuitivi e dalle funzionalità più simili a quelle di uno smartphone».
Cosa succede, invece, nella distinzione di genere? Secondo idealo sono molti di più gli uomini che si informano sui prezzi di notebook e tablet online rispetto alle donne. Secondo il totale dei dati presi in esame, gli uomini raggiungono il 78,5% di interesse quando si tratta di notebook ed il 73,8% quando si parla di tablet .

© Riproduzione riservata