Economia

Alimentare, Onofrio Rota eletto nuovo segretario di Fai Cisl

  • Abbonati
  • Accedi
Sindacato

Alimentare, Onofrio Rota eletto nuovo segretario di Fai Cisl

Onofrio Rota, nuovo segretario di Fai Cisl
Onofrio Rota, nuovo segretario di Fai Cisl

Onofrio Rota è il nuovo segretario generale della Fai-Cisl, la categoria del settore agroalimentare e ambientale: a eleggerlo all’unanimità, su proposta del segretario generale uscente, il consiglio generale del sindacato riunitosi alla presenza della leader della Cisl, Annamaria Furlan.
Rota ha guidato fino ad oggi la Cisl Veneto e prende il posto di Luigi Sbarra, eletto due settimane fa segretario generale aggiunto del sindacato di via Po.

«Sono certa che saprà agire in continuità con i traguardi raggiunti dalla Fai-Cisl in questi anni, facendo crescere ancora di più il protagonismo di questa importante categoria», ha detto la Furlan, che ha anche ringraziato Sbarra per il lavoro svolto. Rota ha evidenziato il proprio impegno a continuare nel solco «dei tanti traguardi tagliati dalla categoria sul fronte contrattuale, legislativo, organizzativo e della rappresentanza». Tra «le conquiste» ottenute, ha ricordato Sbarra, «la storica legge 199 sul caporalato, la cancellazione dei voucher agricoli, l’istituzione di strumenti di maggiore flessibilità previdenziale, con l’ingresso delle nostre categorie nell’Ape sociale».

“L’impegno è portare avanti le ragioni del lavoro in un contesto di Industria 4.0 e mercati globali sempre più intraprendenti.”

Onofrio Rota 

Confermata la squadra di segreteria che comprende Raffaella Buonaguro, Attilio Cornelli, Silvano Giangiacomi e Mohamed Saady. «È in Fai Cisl che sono cresciuto, qui mi sento a casa - ha detto il neosegretario -, ora l’impegno è a continuare nel solco del grande lavoro svolto da Sbarra, dei tanti traguardi tagliati dalla Categoria sul fronte contrattuale, legislativo, organizzativo e della rappresentanza. Portare a compimento questo percorso vuol dire far avanzare le ragioni del lavoro di qualità nei nostri settori e metterle in connessione con una competitività e una innovazione indispensabili nel contesto di Industria 4.0 e di mercati sempre più interdipendenti e internazionalizzati».

© Riproduzione riservata