Economia

A Copenhagen la metrò del secolo da 3 miliardi (con tecnologia…

  • Abbonati
  • Accedi
grandi opere

A Copenhagen la metrò del secolo da 3 miliardi (con tecnologia italiana)

È considerato il progetto del secolo in Danimarca e la realizzazione è stata affidata alle migliori competenze ingegneristiche italiane. Stiamo parlando della metropolitana ad anello Cityringen, la nuova linea M3 della metropolitana di Copenhagen. Un’opera da oltre due miliardi e 850 milioni di euro. Due tunnel paralleli lunghi 15,2 chilometri corrono nel sottosuolo della capitale danese fino a una profondità di 40 metri formando un circuito circolare che interseca 17 nuove stazioni e si connette all’attuale sistema metropolitano e ferroviario.

Eccellenze italiane in campo
Un’infrastruttura di grande complessità che parla italiano. Il consorzio Copenaghen Metro Team è guidato da Salini Impregilo per le opere civili; ad Ansaldo Sts sono affidate le opere ferroviarie, il segnalamento, la manutenzione e il materiale rotabile. A Gcf (Generale Costruzioni Ferroviarie) il compito - in qualità di subappaltatrice specialistica del gruppo Ansaldo - di provvedere all’innovativo armamento ferroviario dell’intero tracciato in galleria. Nei giorni scorsi Gcf, un’eccellenza nel settore dell’armamento, dell’elettrificazione e del segnalamento ferroviario, ha concluso la costruzione del binario, saldando l’anello che, in doppia galleria, attraversa l’intera capitale danese. Per Cityringen il traguardo è sempre più vicino. L’entrata in esercizio è prevista nel 2019.

Il cantiere dell’«anello»
Il cantiere Cityringen è un villaggio in fermento nella città danese: 22 aree cantiere esterne, che sbucano in pieno centro cittadino, e oltre 1.500 addetti impegnati ogni giorno nella doppia galleria che, per quanto concerne l’approvvigionamento di materiali costruttivi “pesanti”, ha un unico punto di accesso, piuttosto affollato di mezzi in manovra. «La nostra squadra danese ha saputo dare nel cantiere Cityringen il meglio di sé – sottolinea Edoardo Rossi, presidente di Gcf -. Si sono escogitate soluzioni ingegneristiche e operative innovative, si sono messe a punto procedure esecutive funzionali ed efficaci. Si è saputo gestire con efficienza una logistica piuttosto complessa minimizzando l’impatto della movimentazione di macchine e materiali in pieno centro cittadino ».

La nuova Cityringen, completamente automatizzata, potrà sostenere ogni giorno un traffico di 350mila passeggeri, 24 ore su 24: 130 milioni di utenti l’anno. L’anello metropolitano contribuirà a fare di Copenaghen, entro il 2025, la prima capitale al mondo “carbon neutral”.

© Riproduzione riservata