Impresa & Territori

Sky Italia rafforza il management

  • Abbonati
  • Accedi
media

Sky Italia rafforza il management

Ansa
Ansa

Nuove nomine nelle posizioni di vertice di Sky Italia. Come spiega una nota, sono legate al fatto che «Sky Italia sta imprimendo una accelerazione alla crescita del suo business di Media Company che opera su tutte le piattaforme con modelli di business differenti». Insomma, la pay tv della galassia Murdoch si prepara così, anche dal punto di vista del management, a far fronte alle sfide dei prossimi mesi, che l’azienda affronterà con una “dote” di due importanti accordi sul versante italiano: quello con Open Fiber – per portare i contenuti sulla fibra a partire dal 2019, lasciando ovviamente la porta aperta anche alla creazione di un'offerta da telco – e quello commerciale con Mediaset su contenuti (9 canali di Mediaset Premium nell’offerta Sky) e digitale terrestre (dall’1 giugno la media company creerà un suo bouquet a pagamento sul Dtt con quattro canali più i 9 canali Premium che andranno anche sul satellite.

«Grazie agli accordi strategici delle ultime settimane – ha commentato il ceo Andrea Zappia – Sky ha dato basi certe alla sua crescita, ha esteso il profilo del suo business e completato la sua trasformazione in Media Company multipiattaforma con più modelli di business. Ora abbiamo creato i presupposti organizzativi per trasformare tutto questo in opportunità concrete. Nel farlo possiamo contare come sempre sulla qualità del nostro management, sull'investimento continuo nella crescita dei nostri talenti interni e sull'entusiasmo con cui in Sky sappiamo affrontare il cambiamento. Questo nuovo assetto organizzativo è ispirato da un modello di leadership diffusa, che ci permetterà di prendere decisioni con rapidità e di guidare ogni area con grande determinazione. La crescita è il nostro focus e questa nuova organizzazione ha questo scopo».

Nel dettaglio, come spiega la nota della pay tv l’area Marketing & Sales sarà riorganizzata in due diverse aree «per garantire la massima focalizzazione sugli obiettivi e verranno affidate a due manager di talento». Francesco Calosso è stato nominato Chief Marketing Officer e «avrà la responsabilità di tutte le attività che vanno dalla costruzione della strategia alla definizione e all’implementazione del piano di marketing». Daniele Ottier, che in questi anni ha guidato la concessionaria Sky Media è stato nominato Chief Commercial Officer, «con la responsabilità di tutte le attività legate alla net growth e alla crescita dell’Arpu (il ricavo medio per utente, ndr.) e la sua area comprenderà anche Business Bar & Hotel».

Nasce però «una nuova area che unirà in un'unica struttura le attività di Sky Media e quelle del Digital Hub. La guida di questa nuova area verrà affidata a Giovanni Ciarlariello» con il ruolo di «Chief Media, Digital & Data Officer, accorpando sotto la sua responsabilità le attività digital e quelle della concessionaria, in modo da garantire il massimo focus sulla seconda area di ricavi dell’azienda rappresentata dall’advertising e favorire tutte le potenziali integrazioni con il Digital Hub, importante ambito di sviluppo per Sky».

Questa nuova organizzazione «porta a un’estensione delle responsabilità di Domenico Labianca che è stato nominato Chief Operating Officer. Alle attuali responsabilità Finance, Domenico Labianca, aggiungerà infatti quelle relative alle Operations, con le aree di Customer Care, Customer Journey Design & Supply Chain e Customer Experience, nell'ottica di rinnovare il modello operativo dell'azienda per accrescerne l'efficienza e la qualità del servizio al cliente, puntando sulla semplificazione e su ciò che genera più valore per gli abbonati». In questo nuovo ruolo, «Domenico Labianca potrà contare su Brett Aumuller, che assumerà il ruolo di Chief Financial Officer a suo diretto riporto. Con l’obiettivo di gestire l’ingresso di Sky in una nuova strategica area di business Pietro Maranzana assumerà il ruolo di Chief Broadband Officer».

Tutti cambiamenti, spiega Sky, che «vanno a rafforzare l’attuale squadra di top management a diretto riporto di Andrea Zappia che comprende Andrea Scrosati, Evp Programming, Umberto Angelucci Chief Technology Officer, Davide Tesoro Tess EVP Strategy & Business Development, Riccardo Pugnalin EVP Communication & Public Affair, Francesca Manili Pessina EVP Human Resources, Luca Sanfilippo EVP & General Counsel ed Elia Mariani, recentemente nominato alla guida di NOW TV, la internet TV di Sky».

© Riproduzione riservata