Economia

Il mercato degli alberghi vale 2,8 miliardi (+15%)

  • Abbonati
  • Accedi
turismo

Il mercato degli alberghi vale 2,8 miliardi (+15%)

Il business turistico tira, soll’onda del boom di arrivi dall’estero e della buona domanda di vacanze delle famiglie italiane. In Italia il fatturato del mercato immobiliare alberghiero nel 2017 ha raggiunto quota 2,8 miliardi di immobili scambiati con contratti di vendita o locazione, registrando un incremento del 15% rispetto al 2016, secondo i dati del Rapporto 2018 sul mercato immobiliare alberghiero realizzato da Scenari Immobiliari in collaborazione con Castello Sgr, presentato oggi a Milano durante l'Hospitality Forum. Il transato - si legge in una nota - evidenzia un'accelerazione rispetto a quanto si attendeva, raggiungendo un volume previsto alla fine di un periodo di circa due anni, grazie alla concomitanza dei fattori positivi che hanno confluito a favore della crescita. Il mercato dovrebbe mantenere lo slancio a fine 2018, con una crescita attesa del fatturato di circa il 13% su base annua, mentre per il 2019 si stima un rallentamento, sebbene ancora in territorio positivo. «L'andamento del mercato immobiliare alberghiero italiano - spiegato Francesca Zirnstein, direttore generale di Scenari Immobiliari - ha raggiunto la sincronia con quello europeo, agganciando l'onda delle buone performance registrate nel 2017 e mantenendo un ritmo vivace nei primi mesi del 2018. In Italia, come in Europa, hanno contribuito al trend positivo, la ripresa economica, l'aumento dei consumi e l'ormai mutata geografia delle preferenze turistiche che ha spostato il baricentro d'attrattività verso il Mediterraneo, in generale, e verso l’Itala, in particolare. L'analisi delle variazioni delle consistenze degli esercizi ricettivi in Italia mostra un riaffermarsi di una timida crescita numerica delle strutture alberghiere, mentre continuano a viaggiare spedite le tipologie extralberghiere, con un aumento significativo tra il 2016 ed il 2015 degli alloggi gestiti in maniera imprenditoriale, con un +11,1 per cento, come dei bed&breakfast, aumentati del 6,5%». L'ammontare complessivo di stanze interessate nelle transazioni avvenute in Italia nel 2017 si stima sia di poco inferiore alle 9mila camere, con una concentrazione maggiore per le strutture 4 stelle, seguite dai 5 stelle. Tra le ultime transazioni del 2018 il Castello resort di Casole in Toscana rilevato per oltre 40 milioni dal gruppo Belmond (nella foto).

© Riproduzione riservata