Economia

Auto, la cinese Catl aprirà fabbrica per batterie elettriche in…

  • Abbonati
  • Accedi
ACCORDO CON BMW

Auto, la cinese Catl aprirà fabbrica per batterie elettriche in Germania. Accordo con Bmw

Angela Merkel con il membro del board esecutivo di Bmw Harald Krueger (Epa)
Angela Merkel con il membro del board esecutivo di Bmw Harald Krueger (Epa)

Il gruppo cinese produttore di celle per batterie elettriche Catl (Contemporary Amperex technolgy) aprirà uno stabilimento in Turingia, in Germania. Dopo mesi di trattative, l'annuncio ufficiale è stato dato oggi nel corso del vertice bilaterale tra Germania e Cina. Catl è uno dei più grandi produttori al mondo di batterie elettriche e avrà un ruolo nella corsa all'elettrificazione del settore auto, potendo fornire le imprese tedesche direttamente dallo stabilimento di Erfurt, nel centro della Germania. «Bisogna riconoscere che nessun investimento per produrre batterie elettriche è stato avviato in Europa da società europee», ha affermato la cancelliera tedesca, Angela Merkel, durante la conferenza stampa dopo la firma di 22 accordi commerciali e sulla ricerca tra Germania e Cina.

«Catl ha la capacità di fare una produzione di massa, una capacità che non c'è ancora in Europa», ha detto, commentando l'accordo, il direttore acquisti di Bmw, Markus Duesmann. Bmw ha già un contratto in essere con Catl del valore di 4 miliardi di euro. Catl si contende il ruolo di primo produttore al mondo di batterie agli ioni di litio per veicoli elettrici con la giapponese Panasonic, alleata della statunitense Tesla. Lo stabilimento di Catl in Germania potrà avere fino a mille dipendenti e sarà aperto nella regione della Turingia, che si trova nell'ex Germania dell'Est.

Germania e Cina hanno siglato oggi 22 accordi di collaborazione in campo economico e nella ricerca. La firma è arrivata al termine di un incontro bilaterale tra la cancelliera tedesca, Angela Merkel, e il primo ministro cinese, Li Keqiang. Nelle dichiarazioni finali i due Paesi hanno rinnovato l'impegno nei confronti delle norme internazionali. «La Germania e la Cina riconoscono che un ordine internazionale basato su regole è nell'interesse reciproco a lungo termine», facendo esplicito riferimento agli accordi e alle regole in ambito Wto, G20, Nazioni Unite e Asem (vertice Europa-Asia). Non sono mancati i riferimenti all'amministrazione Trump, in particolare è stato riconosciuto l'impegno del presidente degli Stati Uniti di «trovare una soluzione politica al problema della penisola coreana», mentre non hanno trovato risposta le domande sugli Usa come partner commerciale. Tra gli accordi siglati tra i due Paesi: una lettera di intenti di Basf per la costruzione di un altro sito Verbund vicino a Hong Kong; Siemens ha annunciato che il suo sistema operativo in rete, la piattaforma aperta Mindsphere, sarà reso disponibile tramite l'infrastruttura cloud del gigante cinese di Internet Alibaba; è stata ufficialmente annunciata la costruzione di un impianto di celle per batterie elettriche vicino a Erfurt dal fornitore cinese Catl; Daimler ha stipulato un accordo di cooperazione nel campo della guida autonoma.

© Riproduzione riservata