Management

Congedo parentale, Italia fanalino di coda tra i Paesi dell’Ocse

lavoro e famiglia

Congedo parentale, Italia fanalino di coda tra i Paesi dell’Ocse

(Marka)
(Marka)

Nel marzo del 2016 l'Ocse ha pubblicato uno studio molto interessante a partire dal database sulla famiglia rilevato nel 2015 sui congedi sia della madre che del padre in 27 Paesi dell'Ocse. L’Ocse ha recentemente pubblicato uno studio, condotto in 27 Paesi, che analizza la situazione dei congedi parentali: sia della madre che del padre. Tutti i Paesi, con la sola eccezione degli Stati Uniti, offrono a livello nazionale un congedo di maternità pagato per almeno 12 settimane. E in aggiunta i padri possono giorni pagati, per il congedo di paternità, dopo la nascita del figlio. Secondo il rapporto Ocse sono inoltre in aumento i Paesi che offrono congedi parentali sempre più generosi, con periodi più lunghi di ferie disponibili per entrambi i genitori.

“L’Italia è in basso alla classifica per il congedo parentale, mentre si arriva fino al 40% (e oltre) in alcuni Paesi nordici e in Portogallo”

 

Quasi tutte le madri prendono il congedo di maternità e spesso lo estendono almeno un po' sul congedo parentale. Il quadro è differente per i padri, che in genere prendono un paio di giorni di congedo di paternità dopo la nascita, ma in genere (lo fa solo uno su cinque) non usufruiscono del diritto a un congedo parentale più lungo. L’Italia è tra le nazioni collocate più in basso alla classifica, mentre si arriva fino al 40% e oltre in alcuni Paesi nordici e in Portogallo, e la media è in aumento in tutti i Paesi Ocse. In Finlandia la quota maschile è raddoppiata tra il 2006 e il 2013; in Belgio è cresciuta di quasi dieci punti percentuali rispetto allo stesso periodo. Ma ci sono alcune realtà nazionali che hanno registrato pochi cambiamenti. In Austria e in Francia, per esempio, gli uomini rappresentano solo il 4% dei genitori che prendono un congedo parentale, in linea di massima la stessa percentuale di un decennio fa.

Per approfondire vai su Job 24

© Riproduzione riservata