Management

Non sempre il «curriculum vitae» è la carta giusta per farsi…

carriere

Non sempre il «curriculum vitae» è la carta giusta per farsi assumere

State cercando un nuovo lavoro. Siete proprio sicuri che la prima mossa da fare per candidarsi sia mandare il curriculum vitae, come fanno tutti? «In qualche caso, potremmo essere molto più efficaci nel candidarci o nel presentarci senza allegare il cv», consiglia Lorenzo Cavalieri nel primo video della nuova serie delle« Pillole di carriera» di Job24 , che è proprio dedicata alla rivisitazione del curriculum vitae. Si tratta di suggerimenti originali rispetto alle teorie classiche dell’orientamento, e a volte anche un po’ spiazzanti, come sanno coloro che hanno già seguito i suoi mini-corsi video sul canale lavoro del «Sole 24Ore».

«L’ideale - spiega l’esperto di Hr - sarebbe che fosse il nostro interlocutore a chiederci il curriculum, incuriosito da un nostro risultato o da un’idea particolare che gli abbiamo raccontato. In fondo, il cv funziona un po’ come la brochure-prodotto per un venditore. Chi vende è più efficace quando parla del proprio prodotto senza volantino. Quando si affida alla carta, ciò che racconta diventa meno interessante, solletica di meno la curiosità, ingaggiando meno l’attenzione di chi gli sta di fronte. E ricordatevi che fine fanno di solito le brochure…».

(R.San.)

Per il video clicca qui: Pillole di carriera - Il curriculum vitae rivisitato: pensiamoci, prima di mandare il cv - Lorenzo Cavalieri, consulente Hr

© Riproduzione riservata