Management

Curriculum, meglio confezionarlo «su misura» di chi ci ascolta

carriere

Curriculum, meglio confezionarlo «su misura» di chi ci ascolta

Costruiamo il nostro cv tenendo in considerazione i bisogni e l’esperienza di lettura del nostro “cliente”. Ecco il tema della seconda delle nuove Pillole di carriera a cura di Lorenzo Cavalieri, online sul canale lavoro Job24 e dedicate al curriculum vitae “rivisitato”. Nel confezionare il curriculum , avverte l’esperto di orientamento e gestione delle risorse umane, di solito ci si preoccupa innanzitutto del formato. Prima di metterci a scrivere, invece, facciamo una riflessione strategica : ricordiamoci dell’esperienza di lettura che farà il destinatario, consiglia Cavalieri .

Dobbiamo tenere conto di tre cose in particolare. Primo: il selezionatore impiegherà circa venti secondi per scorrerlo, farsi un’idea generale e poi decidere se e cosa approfondire in seguito. Secondo: il nostro lettore andrà a caccia delle regolarità, degli aspetti che si ripetono e di quelli si evolvono naturalmente, in cerca di una continuità, di una direzione nella carriera . Terzo, il selezionatore cercherà una risposta immediata a due domande. E saranno due curiosità, dice Lorenzo Cavalieri, di tipo “egoistico”: «Questa persona cosa potrebbe fare per me?», si chiederà l’interlocutore. E anche: «In quale spazio della mia organizzazione e con quali mansioni potrebbe lavorare ? ».

La risposta alla prima domanda sarà: essenzialità. Il secondo tema sarà far emergere un percorso coerente che suggerisca l’idea di uno sviluppo di carriera. Terzo: per rispondere agli interrogativi “egoistici”, strutturare il cv in modo da fornire risposte immediate.

(R.San.)

Per il video clicca qui: Pillole di carriera - Il curriculum vitae rivisitato (2): concentriamoci sul nostro «lettore» - Lorenzo Cavalieri, consulente Hr

© Riproduzione riservata