Management

Come reinventarsi diventando docenti nelle scuole di business

strategie di cambiamento

Come reinventarsi diventando docenti nelle scuole di business

Quando un suo collega vi ha rinunciato, Rupert Merson ha accettato di tenere una conferenza alla London Business school. Mi ha detto di essersi sbagliato e di aver fissato un appuntamento importante con un cliente alla stessa ora, ma penso che fosse caduto in preda al panico dice Merson, socio nell’azienda contabile BDO. Del resto, sapeva che io sono sempre impaziente di parlare in pubblico. L’argomento della conferenza era il finanziamento delle start-up, soggetto sul quale Merson ha scritto vari libri, cos da sentirsi fiducioso e accettare di fare lezione a una classe di allievi di un MBA.

Pochi mesi dopo stato invitato a entrare a far parte del collegio docenti e a tenere un corso di finanza. Merson si trovato cos bene nel ruolo di conferenziere da propendere per la pensione anticipata in BDO e da diventare docente a contratto di management e imprenditoria, con un ruolo di puro insegnamento. Nell’edificio principale del campus della LBS gli hanno dato un ufficio all’ultimo piano che si affaccia direttamente su Regent’s Park. I dipartimenti delle facolt delle scuole di business pullulano di docenti che hanno trascorso la loro intera vita da accademici, ma molti di essi adesso assumono dirigenti.

Alla London Business School dei 162 che compongono il corpo accademico di facolt un insegnante su cinque professore a contratto o un ex dirigente reclutato con contratti a breve termine, rinnovati in qualche caso di anno in anno: sono loro a portare una ventata di esperienza diretta nel mondo reale dell’insegnamento di materie come marketing e finanza d’impresa. Per alcuni ex dirigenti lavorare in universit pu essere sfibrante, come aveva avuto modo di scoprire il collega di Merson, ma insegnare a specializzandi gi laureati pu essere anche gratificante, non tanto dal punto di vista finanziario, forse, ma dal punto di vista della carriera.

I buoni professori a contratto sono tanto difficili da trovare quanto i membri di facolt di talento a tempo pieno, anche se il pool dei potenziali candidati pi vasto a Londra che in qualsiasi altro posto, secondo quanto afferma il vicerettore di facolt della LBS, Madan Pillutla. Tutti i professori a contratto della LBS devono frequentare un anno di “apprendistato” con un membro di facolt assunto a tempo pieno, per imparare a condividere le proprie esperienze nella vita reale nell’ambito di quanto prevede il corso di studi. Il rapporto simbiotico, perch a loro volta i membri di facolt apprendono ascoltando dai nuovi arrivati in che modo si risolvono nelle sale dei consigli di amministrazione i problemi aziendali, dice Pillutla.

Dal 2010 a oggi la percentuale di personale con un background specifico che fa parte del corpo insegnante della Lancaster University Management School raddoppiato, essendo passato da nove a 18. Il rettore della scuola, Angus Laing, sta assumendo sempre pi ex dirigenti, dato che in due anni vorrebbe che almeno uno su 10 dei suoi 250 tutor dei vari corsi fosse un ex dirigente aziendale. I soci di societ professionali di servizio, i leader delle aziende e gli imprenditori che hanno appena venduto le loro aziende apportano un’esperienza pratica inestimabile nelle aule, dice il professor Laing: Gli studenti si aspettano da noi un misto di rigore intellettuale all’avanguardia e di esperienza nel settore.

Per le scuole reclutare questi neo-docenti oltretutto pi economico che cercare di attirare accademici di lungo corso da universit concorrenti. Gli stipendi dei docenti che arrivano dal mondo delle imprese in genere sono notevolmente pi bassi rispetto a quelli dei professori cattedratici, la cui retribuzione aumenta a mano a mano che pubblicano ricerche accademiche. Spesso, in ogni caso, c’ l’opportunit di far lievitare le proprie entrate: Merson ha abbinato alla sua seconda carriera anche il lavoro di consulente freelance. I clienti in qualche caso diventano oggetto dei casi di studio al centro delle mie lezioni, e talvolta gli studenti si trasformano poi in clienti, spiega.

L’Association to Advance Collegiate Schools of Business, l’ente professionale di fornitori di corsi MBA, ha avuto modo di formare centinaia di dirigenti che aspirano a diventare professori a tempo pieno nel suo corso Bridge, inclusi gli ex vicepresidenti e soci di The Coca-Cola Company, BP ed Ernst & Young (oggi EY). Il programma di cinque giorni, presso l’UCLA Anderson School of Management a Los Angeles e alla Cass Business School di Londra, offre ai partecipanti lo status di praticante didattico per 786 scuole accreditate dall’AACSB in tutto il mondo. Ogni anno la AACSB respinge le richieste di ammissione di un quinto di coloro che aspirano a frequentare il corso, ma sono privi di un master o di un’adeguata esperienza diretta nel settore.

Dopo vent’anni trascorsi nel settore delle banche di investimento e come senior manager director di Macquarie Capital, nel 2011 Simon Wilde ha deciso di buttarsi nella didattica mentre frequentava un master in finanza presso la London School of Economics. Ammette che trovarsi di fronte a una classe di 200 studenti per la prima volta incute una certa soggezione, ma desiderava in ogni modo porre fine alle lunghe ore chiuso in un ufficio. Spesso mi era capitato di fare presentazioni al cospetto di clienti e consigli di amministrazione o di tenere conferenze vere e proprie, ma in aula ho sentito di avere una responsabilit precisa e importante: il futuro di quel gruppo di giovani era nelle mie mani. Naturalmente queste sono sciocchezze da megalomane, e nonostante ci ho avvertito una pressione completamente diversa da quella alla quale ero abituato in passato.

Wilde si destreggia in vari posizioni part time: insegna infatti anche all’Universit di Bath, dove studia per un dottorato di ricerca in contabilit e finanza, tiene conferenze al London’s Imperial College e due giorni alla settimana lavora per Macquarie. Ammette di non poter fare a meno di pensare ai suoi studenti in termini di “clienti”, soprattutto se si tiene conto del fatto che per frequentare le universit del Regno Unito pagano tutti migliaia di sterline l’anno.

Copyright The Financial Times Limited 2017
(Traduzione di Anna Bissanti)

© Riproduzione riservata