Management

TÜV SÜD, Oliver Jacob a capo delle attività in Europa…

carriere

TÜV SÜD, Oliver Jacob a capo delle attività in Europa occidentale

Oliver Jacob, Ceo di TÜV Italia, diventa responsabile anche dello sviluppo delle attività di nell'Europa occidentale: 52 anni, è entrato in TÜV SÜD nel 2009 e nel 2015 è stato nominato Amministratore delegato di TÜV Italia, sede italiana del Gruppo. Prima di trasferirsi in Italia, ha avuto la responsabilità della Corporate Strategy and Innovation del Gruppo. La nomina riflette la volontà del Gruppo TÜV SÜD di puntare sulla crescita, in particolare dei servizi innovativi, di un’area strategica come l’Europa occidentale, uno dei principali centri direzionali nel mercato globale dei test e delle certificazioni. Con 2.800 dipendenti, è anche una delle regioni principali in cui opera il Gruppo.

«Il nostro obiettivo è rafforzare ulteriormente la presenza di TÜV SÜD in tutta Europa, facendo leva sulla sempre maggiore collaborazione dei diversi team tecnici nei progetti su larga scala e nelle gare d’appalto. I nostri clienti potranno così beneficiare di un portafoglio ancora più ampio di servizi globali di elevata qualità», ha commentato Oliver Jacob. TÜV SÜD ha già un posizionamento da leader di mercato in Gran Bretagna, Spagna e Italia, in particolare in settori quali aerospaziale, energia e automotive, mentre nuove opportunità di sviluppo stanno emergendo in Francia, nella regione del Benelux e in Scandinavia.

«Abbiamo anche individuato opportunità interessanti in Italia, Spagna e Regno Unito - ha detto Jacob -. TÜV SÜD è ormai un player globale: supportiamo infatti i nostri clienti in tutti i continenti e la maggior parte dei nostri 24mila dipendenti lavora a livello internazionale. La nostra capacità di trasferire know-how e best practice garantisce a TÜV SÜD la massima qualità in tutti i Paesi, migliorando l’efficienza nella gestione degli ordini e portando evidenti benefici ai clienti».

All’inizio del 2016, TÜV SÜD ha aumentato dal 45% al 100% la propria partecipazione nel gruppo spagnolo ATISAE, che conta 1.300 dipendenti e un utile di 80 milioni di euro e rappresenta uno dei principali fornitori di servizi di test nella penisola iberica. «Oltre ad essere la quinta economia nazionale dell’Unione europea - ha spiegato Jacob -, la Spagna è anche il secondo produttore di auto per grandezza dell’Unione europea, ha la più estesa rete autostradale e si colloca al quarto posto mondiale per impianti di energia eolica installati. L’ampia gamma di servizi di ATISAE e la presenza capillare in tutta la nazione offrono a TÜV SÜD un’eccellente base per sviluppare ulteriormente i servizi TÜV SÜD», conclude Jacob.

© Riproduzione riservata