Moda24

Pettenon accelera negli States

  • Abbonati
  • Accedi
cosmetica

Pettenon accelera negli States

Il premio Innovazione Smau, ottenuto alla fine di marzo per merito di un particolare sistema di barcode per la tracciabilità dei prodotti, è solo l’ultimo dei riconoscimenti che sono stati attribuiti alla Pettenon Cosmetics. L’azienda dell’Alta padovana - la sede è a San Martino di Lupari -, specializzata in prodotti professionali per la bellezza e l’hair care, “veleggia” sicura verso il quarto anno consecutivo di crescita a doppia cifra, dopo aver visto i propri ricavi aumentare negli ultimi tre anni del 19% all’anno, raggiungendo quota 65 milioni di euro, con un Ebitda 2016 del 17%. «Oggi esportiamo in 93 Paesi nel mondo - spiega l’amministratore delegato Federico Pegorin -, ma nel giro di 5 anni contiamo di allargare il perimetro a 160 Paesi e di portare la quota export dal 64% sul fatturato a circa il 90%». La storia della Pettenon Cosmetics parte dal 1946 con la nascita di Morgana di Mario Pettenon che produceva saponi e rossetti, in cui lavorava anche Arturo Pegorin, che negli anni ha rilevato l’azienda e data in mano ai figli, attuali ad e presidente. Oggi la Pettenon è specializzata soprattutto in prodotti per i professionisti dell’hair styling e opera sia con marchi propri - Alter Ego Italy, il principale, e poi Inebrya, Fanola, RR e Biotea - che per conto terzi, settore che nel 2016 ha fruttato ricavi per 20 milioni di euro.

Il segreto del successo di questa impresa familiare sta nella costante innovazione di prodotto e in una struttura organizzativa dinamica e giovane. «Stiamo puntando molto sulla tracciabilità, per noi qualità e purezza sono al primo posto - dice il presidente Gianni Pegorin -. Nei nostri sette laboratori di analisi vengono compiute 30mila analisi l’anno». «La nostra filosofia è produrre per diverse fasce di mercato - aggiunge il fratello Federico -, per soddisfare il 100% delle esigenze, ma sempre rimanendo su livelli qualitativi alti. E per quanto riguarda gli organici, puntiamo molto sui giovani, più dinamici e aperti alle novità». Pettenon Cosmetics fa parte di una holding, la AGF88, che controlla una decina di società; i siti produttivi - 10.600 metri quadri complessivi, da cui escono quasi 76 milioni di pezzi l’anno, con una logistica gestita in proprio - sono tre: Pettenon Cosmetics a San Martino di Lupari, dove nascono i prodotti professionali per capelli, G&P Cosmetics, a San Sepolcro (Arezzo) dove vengono prodotte le creme coloranti, Biocosmethics a Schiavon (Vicenza), da cui escono i prodotti per viso, corpo e in parte per capelli. Il gruppo fattura in totale 110 milioni di euro. Tenendo fede alla vocazione internazionale, è imminente l’apertura di una filiale commerciale della Pettenon negli Stati Uniti: entro aprile sarà operativa una partnership con una società statunitense per la distribuzione dei prodotti dell’azienda padovana.

© Riproduzione riservata