Moda24

La moda dei piccolissimi traina l’export di abbigliamento junior

pitti bimbo

La moda dei piccolissimi traina l’export di abbigliamento junior

È la moda per i piccolissimi a trainare il segmento junior, almeno sul fronte delle esportazioni. Nel 2016, infatti, l’export di prodotti di abbigliamento per bebè ha registrato un aumento del 4,9%, a fronte di una frenata delle importazioni che hanno messo a segno un -1,7%. I dati di Sistema moda Italia (Smi) sono stati presentati in occasione della presentazione dell’85esima edizione di Pitti Bimbo, manifestazione dedicata alla moda junior P- E 2018 che andrà in scena a Firenze dal 22 al 24 giugno.

Un evento che conferma la propria centralità a livello internazionale: alla Fortezza da Basso saranno presenti 538 collezioni – contro le 498 dell’edizione di giugno 2016 – di cui circa il 60% provenienti dall’estero. Non è tutto: anche grazie al contribuito del ministero dello Sviluppo economico (Mise) e dell’agenzia Ice, alla manifestazione sono attesi 5.600 compratori da tutto il mondo.

I dati di Smi relativi alle esportazioni della moda per i neonati, segmentati per mercato, permettono di circoscrivere a livello geografico e con maggiore precisione l’interesse dei mercati internazionali verso la moda bambino made in Italy, che nel suo complesso nel 2016 ha esportato prodotti per oltre un miliardo di euro, meno del 40% del fatturato di settore: «Il primo mercato della moda bebè – spiega Raffaello Napoleone, ad di Pitti Immagine – è la Spagna, che lo scorso anno ha però registrato una flessione. Molto positive le performance della Gran Bretagna, in salita del 16,1%, e degli Stati Uniti, a +29,4%, ma anche della Francia (+14,7%) e degli Emirati (+4%)». Sempre negativo l’andamento dell’export di abbigliamento bebè in Russia, che tra il 2010 e il 2014 era stata il primo cliente del kidsdwear italiano, con un -5,2% rispetto al 2015.

La prossima edizione di Pitti Bimbo, a tema “Boom, Pitti Blooms” sarà l’occasione per incrementare l’attenzione sulla moda junior: «Potenzieremo il focus sulle calzature – dice Agostino Poletto, vice direttore generale di Pitti Immagine –, un settore che sta andando bene. Il nostro approccio al kidswear è all’insegna della ricerca». Tra le novità di questa edizione della fiera, il lancio della collezione junior di Emilio Pucci, in partnership con Simonetta, e il rilancio della linea Roberto Cavalli Junior.

© Riproduzione riservata