Moda24

La formula per Illum e KaDeWe

danimarca e germania

La formula per Illum e KaDeWe

  • –di –

Nonostante il proverbiale pragmatismo, dev’essere stato un forte choc per i tedeschi e in particolare per i berlinesi la vendita, nel giugno 2015, della maggioranza del gruppo KaDeWe alla società tailandese Central Retail Corporation (Crc), che dal 2011 controlla anche La Rinascente. Partiamo dal nome, abbreviazione di Kaufhaus des Westens, il negozio dell’Ovest. Il KaDeWe fu fondato nel 1907 e all’epoca per ovest si indicava “solo” la parte della città in cui si trovava. Ma quando, nel 1961, Berlino fu divisa dal muro, il nome e in particolare la parola ovest assunsero un nuovo significato: il department store – cresciuto fino a occupare 60mila metri quadrati e sette piani di un maestoso edificio in parte ricostruito dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale – divenne il simbolo della potenza economica della Germania dell’ovest e, forse, dell’intero modello economico occidentale, ripudiato dalla Germania dell’est.

A meno di due anni dall’acquisizione, il KaDeWe di Berlino e gli altri due department store del gruppo, che si trovano a Monaco e ad Amburgo, sono stati riposizionati verso l’alto, proprio come era accaduto con La Rinascente e con Illum, storico department store di Copenaghen, acquisito dal gruppo asiatico nel 2013. La trasformazione è ancora in corso, sia in Germania sia in Danimarca, come ha spiegato il 27 aprile Stefano Della Valle, ceo di Crc per l'Europa, intervenuto al Master Executive in Luxury Management del Sole24Ore (si veda anche Moda24 del 28 aprile). L’idea è creare una “collezione” di department store europei: ogni città, da Milano a Roma (dove La Rinascente ha la presenza più importante) a Berlino e Copenaghen, ha bisogno di una formula su misura. Sono diversi infatti sia i clienti locali sia i flussi turistici. L’obiettivo però è lo stesso per tutti ed è quello già raggiunto in Italia: un ebitda dell’8% e una resa media per metro quadro di circa 20mila euro. Fa piacere sottolineare che per raggiungere questi traguardi Central sia partita dal modello italiano e si sia affidato a manager italiani: il turn around della Rinascente era iniziato nel 2005 con la nomina di Vittorio Radice ad amministratore delegato, portato avanti dal 2012 da Alberto Baldan, che ha poi passato il testimone a Pierluigi Cocchini nel 2017.

© Riproduzione riservata