Moda24

Fash Time «misura» la popolarità delle foto

Retail + Web

Fash Time «misura» la popolarità delle foto

«Nel futuro, ognuno sarà famoso per 15 minuti». È stata questa frase di Andy Warhol – calata in un mondo in cui i social network rappresentano strumento di relazione, informazione e acquisto – a ispirare Mauro di Benedetto e Marco Borgato nella creazione di Fash Time.

L’app inventata dai due ex studenti dell’università Bocconi di Milano, siciliano il primo e veneto il secondo, in collaborazione con il tedesco Kai Schildlhauer e lo spagnolo Alejandro Carrera, tutti under 27, calcola il tempo di permanenza di un utente su una foto postata da un altro utente e la trasforma nell’unità di misura della sua popolarità, fino ad oggi limitata ai like. «In un mondo in cui si discute sempre più spesso di fan base acquistate e quindi non reali, il tempo è una risorsa non comprabile e, quindi, può restituire un feedback molto più veritiero», spiega Mauro di Benedetto.

Fash Time è nata nel 2016 ma è stata lanciata lo scorso 2 giugno, per ora solo sull’App Store (e quindi funziona solo su dispositivi iOs): «La nostra idea è stata fin da subito quella di creare una piattaforma social per un pubblico con una spiccata sensibilità per la moda e il lifestyle. Un pubblico che ama condividere le proprie scelte di stile e, spesso, chiede ai propri amici e fan di esprimere un’opinione».

I membri di Fash Time, infatti, possono postare immagini dei propri look, taggando il brand e collegando il tag allo store online del marchio in questione (un’operazione ad alto valore commerciale che non è ancora possibile fare su Instagram, per esempio). Oppure possono interpellare il proprio network su una scelta particolare, pubblicando due look a confronto e invitando gli utenti a scegliere, scorrendo il pollice sullo schermo verso destra o sinistra.

L’app è stata sviluppata interamente dai quattro ragazzi: «Abbiamo creato una start up con sede a Londra e cominciato a lavorare in modo assiduo su Fash Time nel 2016 – chiosa Mauro Di Benedetto – che è stata ideata e sviluppata interamente da noi con un investimento iniziale di circa 25mila euro. Ora stiamo stringendo accordi con i brand del lusso, interessati alla presenza su Fash Time, e stiamo incontrando potenziali investitori e partner. Sono appena tornato dalla Silicon Valley».

© Riproduzione riservata