Moda24

Rifle apre agli svizzeri del fondo Kora

rilanci

Rifle apre agli svizzeri del fondo Kora

Dare continuità alla storica azienda di famiglia specializzata nel denim, rilanciando prodotto, immagine e brand: è con questo obiettivo che Sandro Fratini e il figlio Giulio hanno deciso di aprire il capitale della Rifle di Barberino di Mugello (Firenze) a un fondo di private equity, al debutto nel settore fashion. Si tratta della società svizzera Kora Investments Sa, presieduta da Alessandro Pallara, che ha appena acquisito il 44%. Il closing dell’operazione è previsto entro luglio.

Alla guida di Rifle arriva Franco Marianelli, ex Guess Italia e Gas jeans, che con Giulio Fratini e la consulenza di Deloitte sta già lavorando al nuovo piano industriale. Il focus sarà sui mercati esteri e sul web, oltre che sullo snellimento dei processi industriali e sullo stile. Rifle nel 2016 ha fatturato 21 milioni, in linea con l’anno precedente, per il 95% in Italia. Lo sviluppo all’estero appare dunque una priorità, a partire dall’Europa.

Da sin. Giulio Fratini, Salvatore Insinga, Franco Marianelli, Alessandro Pallara, Sandro Fratini

«Il fondo d’investimento potrà darci un valore aggiunto sul fronte finanziario e industriale, grazie all’esperienza di Franco Marianelli», spiega Giulio Fratini, 26 anni, entrato in azienda due anni fa quando la famiglia ne ha ripreso la guida dopo 20 anni di gestione affidata ai manager. Il prossimo anno, nel 2018, Rifle festeggerà i 60 anni di vita: i fratelli Giulio e Fiorenzo, oggi scomparsi, fondarono il marchio di denim nel 1958, quando scoprirono in North Carolina, nella fabbrica della Cone Mills, la tela che avrebbe fatto la loro fortuna. Da allora l’azienda è sempre rimasta nelle mani della famiglia, che nel 2013 l’ha salvata dando vita a una new company e mettendo in liquidazione la “bad company” indebitata. «La famiglia vuole festeggiare i 60 anni dell’azienda assicurando la continuazione dell’attività, l’efficientamento dei processi e il rilancio», afferma Giulio Fratini, stesso nome del nonno-fondatore. «Ho 26 anni e sono ambizioso – aggiunge – per questo voglio ridare nuova linfa al business e portarlo in una nuova dimensione con l’aiuto del fondo». Una nuova dimensione che ha cominciato a delinearsi in occasione del Pitti Uomo, con la presentazione della collezione PE 2018 e della capsule (pantaloni e giubbini in denim e t-shirt) firmata dall’illustratore Fabrizio Sclavi e dagli scatti di Giovanni Gastel. Per Kora è una sfida nuova: «Rifle è un primo step nella valorizzazione di marchi made in Italy con margini di crescita rilevanti – afferma il presidente Alessandro Pallara – da realizzare focalizzando l’attenzione al consolidamento del mercato italiano e all’internazionalizzazione del brand, anche attraverso sinergie con società che sono nel nostro perimetro di attenzione».

© Riproduzione riservata