Moda24

Tod’s scommette sul web e si allea con MrPorter

lusso

Tod’s scommette sul web e si allea con MrPorter

Sfilate, presentazioni, eventi in boutique, mostre, iniziative editoriali collegate allo stile di un marchio e, last but not least, il migliore dei siti possibili da usare per l’e-commerce e come vetrina. Tutto questo non basta più. Per restare al centro dell’attenzione dei clienti più fedeli e per conquistare quella dei Millennials o di chiunque non lo conosca ancora, un brand del lusso deve inventarsi ogni giorno o quasi un modo per trasmettere i suoi valori, per presentare i suoi prodotti e per venderli. Non si tratta solo di raccontarsi (l’ormai abusato concetto di story telling), ma di sembrare, come dicono gli inglesi “alive and kicking”: vitale, propositivo, in sintonia con i tempi ma proiettato nel futuro.

Nasce forse anche così la collaborazione tra Tod’s e MrPorter, il sito nato nel 2011 da una costola di Net-a-porter, l’e-tailer di alta gamma di maggior successo degli ultimi anni. Fondato nel “lontano” 2000 da Nathalie Massenet, oggi presidente della Camera della moda britannica, nel 2016 si è fuso con Yoox dando vita al colosso Ynap. «L’identità di MrPorter è rimasta intatta: è il sito di riferimento per lo stile maschile – spiega Andrea Incontri, direttore creativo delle collezione uomo di Tod’s –. Stile, certo, può voler dire molte cose, ma tra MrPorter e Tod’s c’è una grande affinità ed è molto importante che sia così, in un’era in cui c’è sovrabbondanza di marchi su internet e nel mondo reale e i consumatori desiderano avere punti di riferimento forti e coerenti. I buyer del sito hanno un’idea di lifestyle che sposa perfettamente quella di Tod’s, marchio che utilizza antichi saperi artigianali, ma è immerso nella contemporaneità».

La capsule Tod’s X Mr.Porter è pensata per l’estate 2017 e verrà svelata stasera a Villa Necchi, dove domani sarà invece allestita la presentazione della main collection di Tod’s per la primavera-estate 2018. «La capsule è il nostro “see now buy now” – aggiunge Incontri –. I pezzi chiave sono una versione aggiornata della scarpa gommino, una bomber jacket in camoscio divarie tonalità di blu, una tote bag in pelle scamosciata e pantaloncini da bagno con camicie coordinate».

Con questo doppio evento Tod’s dimostra di credere nella centralità di Milano come vetrina globale per il menswear (e non solo). E conferma nei fatti ciò che Diego Della Valle, ceo e presidente del gruppo Tod’s, aveva spiegato un anno fa in occasione del Luxury Summit del Sole 24 Ore: «Le informazioni oggi viaggiano alla velocità della luce e hanno cambiato le strategie di comunicazione. I consumatori hanno bisogno di una novità alla settimana, di un nuovo prodotto in negozio ogni mese e di un grande evento ogni sei mesi».

Vale per Tod’s e tutti gli altri marchi del gruppo (si veda Moda 24 di ieri per l’ultimo progetto di Hogan). Aspettiamoci altre sorprese, in particolare per Milano moda donna di settembre.

© Riproduzione riservata