Moda24

Cinque nuovi indirizzi per fare i turisti a Milano

luxury24

Cinque nuovi indirizzi per fare i turisti a Milano

Inaspettatamente, Milano è ormai una città turistica. Non avrà i numeri di Roma, Venezia o Firenze, ma si difende benissimo quanto a fama internazionale come destinazione per la moda, il design, il lifestyle, i musei e le fondazioni d’arte, e i begli alberghi. Nel 2017, ci sono già cinque novità super, dal low cost accessoriato al cinque stelle nella zona emergente.

VIU Milan
Un cinque stelle nuovo proprio in tutto, a cominciare dalla posizione nell’area in trasformazione alle propaggini di Porta Volta, tra palazzi “vecchia Milano” e architetture contemporanee. Lo stesso edificio è nuovo, con un giardino verticale che si sviluppa per gli 9 piani, e interni di design firmati da Molteni, tra pezzi studiati ad hoc e rivisitazioni di pezzi storici. Al piano terra salotto, ristorante per piatti veloci e ristorante gourmet, tutto firmato da Giancarlo Morelli che supervisiona tutto dalla sua cucina “tailor made”, dove si trova anche “il tavolo dello chef” per cene speciali. Dall’aperitivo in poi, gran revival della “Milano da bere” con i cocktail di Ivan Patruno e musica live, anche all’aperto sotto il pergolato, o sulla terrazza all’ultimo piano con piscina riscaldata e vista su tutta la città: di una bellezza incredibile! Se esagerano con l’alcol, gli ospiti trovano in camera un “hang-over kit”. Via Fioravanti 6, da 189 €.

Nyx
Il quattro stelle con 299 camere su 11 piani che ha aperto a Milano a febbraio è il primo indirizzo italiano del gruppo berlinese Leonardo Hotels, e di quella città porta l’impronta giovane e informale. La posizione è ottima: due minuti a piedi dalla Stazione Centrale (uscita laterale destra) e dalla metropolitana. E il concept è innovativo, perché non vuole essere solo un hotel ma anche spazio attivo di design, eventi e arte all’avanguardia, con arredi fatti apposta e aree comuni dove sono esposti alcuni dei più interessanti artisti di strada italiani: gli scultori Urbansolid, il gruppo di writer EAD Crew, Neve che ha disegnato il muro all’ultimo piano con finestra sui tetti della città. Ospiti e non si ritrovano al piano terra per la mondanità serale: dal mercoledì al sabato la lobby si trasforma in un club con cocktail bar e dj, rivelando la sua anima festaiola, con party e sfilate. Piazza IV novembre 3, da 89€ (+14€ a persona per la prima colazione. Online offerte interessanti).

Conti Guest House
La villetta della famiglia Conti-Ratti in una tranquilla zona residenziale tra Loreto e Città Studi è diventata una guesthouse con area living, giardino (cosa rara a Milano) e sei camere disposte su due piani. Fin qui una storia sentita decine di volte. In questo caso però, il grazioso edificio è stato affidato al bravo architetto Nicola Gisonda che ha attualizzato gli spazi, armonizzato gli ambienti, dato un’impronta di design agli arredi. E il risultato è una piacevole alternativa per soggiornare in città, con lo stile di una casa contemporanea milanese. Nella sala da pranzo comune con cucina moderna, forno a micro onde, cantinetta, si trovano posate lavorate, piatti e bicchieri d’epoca che appartenevano al servizio per le feste di casa, mentre le camere, ciascuna con una palette di colori diversa (dal cipria al rubino al ruggine) e i bagni in marmo, hanno finiture in ottone e arredi disegnati su misura. Il centro storico di Milano è a un quarto d’ora in tram e con le biciclette a disposizione degli ospiti. Via Gianbattista Tiepolo 38; doppia da 190 €.

43 Station Hotel
Ha aperto il 7 aprile, per partire alla grande con la settimana del Design. Anche se la posizione non è delle più affascinanti, è senz’altro strategica, di fianco alla stazione Centrale, da dove partono treni e shuttle per gli aeroporti di Malpensa e Orio al Serio. Inoltre è stato concepito secondo i più confortevoli criteri di ospitalità, con salotto, spazi per lavorare con stampante, e wifi efficiente ovunque. Le camere sono 66, con letti comodi, smart tv e cassetta di sicurezza extra large (ci sta anche il computer portatile) e, nelle Junior Suite, anche la macchina per farsi il caffè. Milano è grande protagonista in tutti gli ambienti con disegni ispirati ai monumenti e alla moda. Una nota di piacere: il caffè è delizioso, e non è affatto scontato in un tre stelle. Via Fabio Filzi 43, doppia da 89 €.

Casa a Milano
Dopo il boom dell’Expo 2015, le case disponibili a Milano per affitti brevi hanno superato le camere in hotel. Ma c’è un problema: come scegliere, tra tanta offerta? Spesso i siti non rendono l’idea esatta, e sempre bisogna incrociare le dita e sperare che le aspettative corrispondano alla realtà. Dopo sopralluoghi e verifiche, Luxury24 suggerisce tra indirizzi sicuri.

www.milanosuitenest.it: a Brera, il quartiere degli artisti e dei mondani, due appartamenti nello stile semplice ed elegante di Milano. Altri due sono disponibili sempre in zona centrale. Da 140 €, minimo due notti.

www.fiftyeightmilano.it: tre appartamenti centralissimi. Uno in via Andegari, di fianco al Mandarin Oriental, dove poi si va a pranzo, a bere o per una cena stellata; uno in piazza Beltrade e uno in via Borgospesso. Da 271 €, minimo 2 notti.

www.onefinestay.com: da pochi giorni il sito inglese di case di lusso ha inaugurato il portfolio di Milano.

© Riproduzione riservata