Moda24

Orti e alveari sul terrazzo del Novotel Canary Wharf di Londra

Luxury

Orti e alveari sul terrazzo del Novotel Canary Wharf di Londra

È l'albergo più alto di Londra, più dello Shard di Renzo Piano. Dall'ultimo piano del grattacielo si scorge la città a 360 gradi, le anse del Tamigi si stagliano all'orizzonte, dipanandosi lungo i monumenti più conosciuti della capitale. L'ultimo nato della catena Novohotel appena inaugurato nel cuore di Canary Wharf, il distretto finanziario dell’East End, non passa inosservato: 39 piani di cristallo che contribuiscono ad animare lo skyline londinese con un design industriale, ispirato al patrimonio di quello che un tempo erano i Docklands, il porto della città dove le navi provenienti dalle Indie scaricavano spezie preziose, frutti esotici, caffè e cacao. Un pezzo di storia che non esiste più e i Docklands oggi sono stati sostituiti dai grattacieli delle banche d'affari che dalla City si sono trasferite a Canary Wharf. Tuttavia la storia non si può cancellare e così dalla reception dell'hotel alle sale per le conferenze tutto richiama quel passato: come le stanze che prendono i nomi di spezie e frutti esotici oppure le cime dei velieri che reggono le scalinate. Anche gli artisti che hanno arredato le pareti di alcune parti della struttura sono tutti locali, un gesto per contribuire a mantenere viva la tradizione del luogo.

private dining room

L'albergo è pensato non solo per i viaggiatori d'affari o per turismo, ma anche per i Londinesi che vogliano trascorrere una serata ad alta quota al termine di una giornata di lavoro: dal rooftop terrace del 39mo piano si contempla la città al tramonto sorseggiando un drink, cenando al ristorante Bokan animato dal giovane chef francese Aurelie Altemaire che vanta una lunga esperienza presso il ristorante dello chef stellato parigino Joel Robuchon. La serata prosegue in discoteca oppure ascoltando musica jazz. A completare la filosofia dell'albergo contribuisce la cura nella scelta dei prodotti in cucina, il più possibile biologici e a chilometro zero, come il miele prodotto dall'alveare collocato all'ultimo piano dell'albergo al fianco dell'orto urbano, unico albergo di Londra a possederne uno. Una scelta in linea con gli obiettivi di Planet21, il programma di sviluppo sostenibile di AccorHotels, che prevede la realizzazione di mille orti urbani entro il 2020 negli hotel del gruppo.

Novotel London Canary Wharf - 9057

Il pezzo forte della struttura sono le camere, da quelle standard alle suite: se siete fortunati, potrete godere dalla camera la vista sul Tamigi e su Londra. Il Novotel Canary Wharf conta 313 camere, 26 suite, palestra, piscina, nove sale meeting. Durante la settimana l'albergo è prevalentemente animato dalla clientela business, ma nel fine settimana i prezzi ridotti rendono la struttura accessibile anche i turisti. I collegamenti con la città e il West End sono facilitati dalla linea della metro la Jubile line aperta tutta la notte nel fine settimana. L'area offre molte attrazioni: dall'altra sponda del fiume si trova Greenwich con il Cutty Sark e il National Maritime Museum. Si può navigare il Tamigi in crociera lungo il fiume, oppure visitare il famoso mercato del pesce proveniente da tutto il mondo il Billingsgate Market, trascorrere un pomeriggio di relax al Mudchute Park & Farm uno zoo a cielo aperto con tutti i tipi di animali, tra cui gli andini lama e gli alpaca . «Forte di un network di 33 Novotel nel Regno Unito – ha spiegato Thomas Dubaere, managing director di AccorHotels Uk e Irlanda - questa nuova struttura è un esempio della nostra volontà di creare un'ospitalità sostenibile e innovativa che soddisfi le necessità dell'ospite moderno e offra servizi di prima qualità anche per i Londinesi».

http://www.novotel.com/it/hotel-9057-novotel-london-canary-wharf/index.shtml

© Riproduzione riservata