Moda24

La divisione Luxe traina la crescita dei conti L’Orèal

primo semestre 2017

La divisione Luxe traina la crescita dei conti L’Orèal

(Bloomberg)
(Bloomberg)

È stato un primo semestre 2017 positivo quello del Gruppo L’Orèal, che ha archiviato il periodo gennaio-giugno con ricavi a 13,4 miliardi di euro, in aumento del 4,3% like-for-like (e quindi a parità di perimetro e valute) e +4% a cambi correnti.
La crescita (che non tiene conto della cessione di The Body Shop al gruppo brasiliano Natura, siglata a fine giugno ma ancora in attesa di approvazione da parte delle autorità anti-trust americane) è stata trainata, ancora una volta, dalla divisione L’Oréal Luxe, cui fanno capo, tra gli altri, i brand Giorgio Armani, Lancôme e Ysl Beauté: il business dei prodotti di fascia alta ha infatti registrato un incremento a doppia cifra, pari al +10,5% like-for-like e +15,4% a cambi correnti.

Performance positive anche sul fronte redditività: l’utile netto (escluse le componenti non ricorrenti) ha sfondato il muro dei 2 miliardi di euro, con un incremento del 37,7%, mentre l’utile operativo ha superato i 2,5 miliardi di euro, con un margine del 18,9% sul fatturato, in salita del 7,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La divisione Luxe è stata l’unica a registrare un aumento del margine di profittabilità passando dal 21,3% del 30 giugno 2016 al 23,4% di quest’anno. Il margine maggiore, tuttavia, spetta ai prodotti della divisione Active (26,7%).

«In un mercato del beauty che, come nel primo trimestre, ha dimostrato di essere estremamente contrastato e atipico, il Gruppo ha continuato a espandersi con una crescita organica solida e performance differenziate tra le varie divisioni – ha detto Jean Paul Agon, presidente e ceo di L’Oréal –. La Consumer Products Division sta aumentando la sua crescita, ma viene trattenuta dai rallentamenti di alcuni mercati internazionali: Usa, Brasile, India e Medio oriente. La divisione Active Cosmetics ha accelerato in modo significativo nel secondo trimestre, mentre la Professional Products Division sta migliorando gradualmente».

Nel dettaglio: la divisione Consumer ha chiuso il primo semestre con un +1,9% like-for-like e +3,8% a cambi correnti. Merito del make up, delle tinte per capelli e della skin-care. La Active Cosmetics Division, invece, ha archiviato il periodo con con un +4,6% nelle vendite like-for like, +11,1% a cambi correnti grazie al dinamismo de La Roche-Posay, Vichy e SkinCeuticals. Stabile l’andamento della divisione dedicata ai prodotti professionali, con un -0,7% a parità di valute e perimetro e un +0,9% a cambi correnti.

A livello geografico, Agon evidenzia che « l’Europa occidentale rimane un mercato dinamico nonostante le difficoltà persistenti in Francia e i nuovi mercati nel complesso stanno mettendo a segno una crescita sostenuta, grazie al forte contributo dell’Asia Pacifico e a vendite consolidate nell’Europa orientale».
In crescita anche le vendite online, che rappresentano il 7% dei ricavi e hanno registrato un +29,5% nei primi sei mesi dell’anno.
L’obiettivo del Gruppo, visti i risultati, è quello di performare meglio del mercato e di crescere sia nelle vendite sia nei profitti.

© Riproduzione riservata