Moda24

Con «I Provenzali» scommessa biologica per il gruppo Mirato

beauty

Con «I Provenzali» scommessa biologica per il gruppo Mirato

Fase della produzione di lacche in uno stabilimento Mirato
Fase della produzione di lacche in uno stabilimento Mirato

Il gruppo Mirato di Novara, guidato dalla famiglia Ravanelli, acquisisce la linea di prodotti cosmetici “I Provenzali”. L’operazione ha interessato il 100% delle quote del gruppo Gianasso, uno dei principali operatori della grande distribuzione italiana nel settore della cosmetica naturale e biologica, con oltre 100 referenze. L’acquisizione riguarda sia la parte industriale – lo stabilimento di Genova e i suoi 50 addetti – sia quella commerciale.

I Provenzali, una realtà con ricavi stimati a circa 20 milioni di euro, arricchisce ulteriormente il portafoglio di Mirato, che comprende marchi storici sul mercato italiano ed estero come Splend’Or, Malizia, Intesa, Clinians, Geomar, Breeze, Benefit, Nidra e Glicemille.

Innovazione e differenziazione dell’offerta, dunque, nella strategia di Mirato. Con il vicepresidente del gruppo, Fabio Ravanelli, che sottolinea come l’operazione abbia permesso «di mantenere italiano un marchio “storico” che avrebbe potuto cadere nelle mani di multinazionali estere. Quella de I Provenzali è stata un’acquisizione strategica per il gruppo Mirato, che dimostra il nostro interesse per la crescente sensibilità al mondo del naturale, del biologico e dell’ecosostenibile. Con I Provenzali siamo entrati in questo comparto dalla porta principale e puntiamo a mettere a disposizione la nostra struttura commerciale per rafforzarne la distribuzione».

L’ammontare dell’operazione non è stato reso noto: Mirato Group – due stabilimenti produttivi nel Novarese, uno specializzato sulla produzione di prodotti aerosol, l’altro focalizzata su saponi, creme e solari – vanta un bilancio consolidato a quota 220 milioni, 355 addetti e una produzione made in Italy concentrata nei due poli piemontesi, a cui si aggiungerà lo stabilimento di Genova.

L’acquisizione de I Provenzali consentirà «di rafforzare la presenza di Mirato nel mondo della cosmesi e dell’igiene personale con un approccio più orientato verso il mondo del naturale e del biologico». L’obiettivo è aumentare la produzione nel prossimo biennio e puntare a raddoppiare i ricavi del nuovo brand in portafoglio, «in linea con l’andamento delle precedenti acquisizioni fatte da Mirato Group» aggiunge Ravanelli. Una scelta che nel medio termine porterà un impatto occupazionale positivo sul territorio, anche grazie alla spinta sui mercati esteri. «Lo sviluppo del marchio – conclude Ravanelli - andrà di pari passo con quello industriale, grazie agli importanti progetti di sinergia e implementazione previsti nel sito produttivo di Campomorone, vicino a Genova. Intendiamo inoltre concentrare lì alcune produzioni finora realizzate fuori dagli stabilimenti del gruppo».

Tra i primi produttori italiani nel settore igiene e bellezza, presente in oltre il 90% dei punti vendita tra gdo e negozi specializzati, Mirato Group registra ricavi sui mercati esteri pari a circa il 20% del fatturato. «In Europa siamo storicamente presenti sui mercati dell’Est mentre abbiamo aperto due nuove società, in Russia e in Cina, per sostenere la distribuzione sui mercati extra Ue», conclude il vicepresidente.

© Riproduzione riservata