Moda24

Le vendite di Guerlain crescono a doppia cifra

Beauty

Le vendite di Guerlain crescono a doppia cifra

Personalizzazione per il trucco nel make-up studio Guerlain a Parigi
Personalizzazione per il trucco nel make-up studio Guerlain a Parigi

L’Italia è un mercato con un ruolo chiave per la maison di cosmetica Guerlain, parte del gruppo francese Lvmh. «La performance nel 2016 è stata molto positiva, con un incremento di sell-out nettamente superiore al trend di mercato: +4,8% contro un +0,7% secondo i dati Npd – afferma Enrico Sorenti, brand general manager di Guerlain Italia -. Il giro d’affari ha raggiunto i 34 milioni, portando l’Italia a diventare il quinto Paese al mondo per la maison. Per il 2017 puntiamo a un fatturato di 39 milioni e al mantenimento di una distribuzione selettiva e di qualità di oltre mille negozi. Già nel primo semestre di quest’anno abbiamo registrato un andamento controtendenza con una crescita del 12,4% a fronte una flessione generale del mercato dello 0,6%, sempre stando ai dati Npd».

L’Italia è uno dei mercati di riferimento dello sviluppo internazionale per i prossimi cinque anni e la priorità assoluta sarà l’incremento delle quote di mercato. «La strategia si fonderà prima di tutto su un’accelerazione nelle fragranze, che servirà a riaffermare il dna di Guerlain Parfumeur – spiega Sorenti -. A partire dalla creazione della nuova fragranza Mon Guerlain, ad opera del naso Thierry Wasser che fonde tradizione e innovazione. I risultati a quattro mesi dal lancio sono incoraggianti: tra marzo e giugno la new entry si è attestata nella top ten delle fragranze femminili». Secondo asse strategico sarà il make-up, con un focus sul segmento labbra e un consolidamento nella categoria viso, «facendo leva su Terracotta, leader indiscusso di mercato nei bronzer, per poi sviluppare i fondotinta». Quanto alla rete distributiva, «l’obiettivo dichiarato e condiviso con i nostri partner è una sinergia sempre maggiore rivolta alla soddisfazione dei clienti finali».

Gli investimenti in comunicazione proseguiranno nei prossimo mesi: «Ci sarà una massiccia campagna per Mon Guerlain – racconta il manager – e lanceremo una nuova fragranza per millennial nella famiglia La Petite Robe Noire, con sostegno tv e digital. Novità anche nei segmenti labbra e viso del make-up.». Nel giro di un anno è in programma l’apertura di una boutique solo fragranze in una delle principali città italiane, con possibilità di personalizzazione del profumo: «In questo modo il dna e le creazioni Guerlain nei suoi quasi 190 anni di storia faranno da palcoscenico a un’esperienza sensoriale di primo livello. Poi sigleremo un accordo con un hotel a Milano o Roma per firmare il menù di servizi e trattamenti di una luxury Spa».

Fattore strategico per lo sviluppo è la sostenibilità. «Dopo aver ottenuto la certificazione Iso 14001 , Guerlain continuerà ad avere la tutela dell’ambiente al centro della sua strategia, con la riduzione di cellophane e cartone nelle confezioni, lo sviluppo dell’eco design, la riduzione degli sprechi e il riciclo dei materiali. Inoltre - annuncia il manager -, stiamo definendo una partnership con due giovani apicoltori piemontesi impegnati nella salvaguardia delle api, simbolo della maison e specie preziosa per l’equilibrio dell’ecosistema, oltre che fonte di materie prime d’eccellenza presenti nella formula di Abeille Royale, la nostra linea di punta nel trattamento».

© Riproduzione riservata