Moda24

A Roma la Celebrity Fight Night di Bocelli firmata Stefano Ricci

eventi

A Roma la Celebrity Fight Night di Bocelli firmata Stefano Ricci

Questa sera il concerto al Colosseo, ieri la prima serata-evento firmata Stefano Ricci e Antico Setificio Fiorentino a Palazzo Colonna. La Celebrity Fight Night, che promuove i progetti della Andrea Bocelli Foundation e del Muhammed Ali Parkinson Center, va avanti con i suoi appuntamenti.

C’erano star internazionali come Sharon Stone, Susan Sarandon, Sara Ferguson alla serata di gala di ieri, preceduta da un incontro al Quirinale, con Andrea Bocelli che ha cantato davanti al presidente della Repubblica l’Inno nazionale. Nella Galleria di Palazzo Colonna, illuminata per far risaltare gli affreschi sul soffitto, sono saliti sul palco prima Ricci, poi José Carreras, che ha intonato “Passione”, e infine Bocelli. «È un onore ascoltarlo», ha detto Bocelli. E poi rivolto a Ricci: «Grazie non solo perché mi veste, ma perché è un amico». È per l'amicizia con la famiglia Bocelli, spiega Ricci, che ha deciso di firmare la serata di charity: «La beneficienza si fa in silenzio, Celebrity Fight Night è l'unico evento che rendo pubblico: qui c’è un mondo americano che ha bisogno di visibilità, di un ritorno di immagine», continua lo stilista fiorentino che a marzo ha ottenuto un Award dal Muhammed Ali Parkinson Center.

Per tre anni, spiega Bocelli al Sole 24 ore, la scelta è stata di organizzare la manifestazione in Toscana: «Poi abbiamo ritenuto fisiologico e corretto dare un segno di discontinuità. Ed è venuto spontaneo pensare alla Città eterna. Roma è uno scrigno inesauribile di meraviglie, è la capitale mondiale della cristianità, un immenso museo a cielo aperto. Resta una delle mete più ambite dai viaggatori di tutti i continenti», continua il tenore, che ieri sera ha duettato con Carreras eseguendo “Vurria”, di Gian Furio Rendine.

Bocelli ha sottolineato i valori della Fondazione: sviluppare e migliorare l'istruzione come risposta più efficace all'autoaffermazione delle persone. Quindi continuerà ad occuparsi della didattica ad Haiti per 2.550 bambini e assistenza medica a cinque comunità. Ci sono attività anche in Italia, per esempio la ricostruzione della scuola Leopardi di Sarnano, uno dei centri più colpiti dal terremoto dell’anno scorso. Con il supporto delle star, ma di chiunque vorrà donare: fino al 18 settembre è arrivo il numero 45523 da cellulare o rete fissa per una donazione dai 2 ai 5 euro.

«L'Italia ha con sé valori che esprimono la civiltà della bellezza, la forza creativa della nostra Penisola fa sognare il mondo e l'America ha sete di cultura italiana, arte bellezza, senso dell'amicizia e dell'accoglienza», continua ancora Bocelli. La scelta di Palazzo Colonna, ha raccontato ieri sera Ricci, è stata il frutto della sua amicizia con il principe Stefano, «che si è offerto di accogliere gli ospiti della Celebrity Fight Night».

Questa sera il programma continua con il concerto di Bocelli al Colosseo, con personaggi del calibro di Elton John. Domani ci sarà l’asta benefica a Cinecittà: nove pezzi da battere, tra cui una scultura di Giuseppe Carta, un gioiello di Vhernier, esperienze “emozionali” come un cameo in un film.

© Riproduzione riservata