Moda24

Scrittori, viaggiatori (e fumatori) fanno crescere S.T.…

accessori di lusso

Scrittori, viaggiatori (e fumatori) fanno crescere S.T. Dupont del 37%

Saranno i Millennials ad aver perso il vizio del fumo, non i loro genitori (o nonni) che possono concedersi accessori di lusso per continuare ad accendere sigarette (e sigari). A decretarlo sono i risultati finanziari del primo semestre 2017 della francese S.T. Dupont, storica maison specializzata nel design e nella fabbricazione di accessori personali di lusso per la scrittura, i viaggi, il fumo e di pelletteria, che in Italia ha fatturato 810mila euro, in aumento del 37% rispetto al ai 588 mila euro dello stesso periodo 2016.

Il traino alla crescita del periodo è arrivato proprio dalle vendite nel comparto fuoco, affiancate dalla grande e piccola pelletteria, che ha beneficiato anche dell'apertura del nuovo corner in Rinascente Duomo. «L’Italia è il secondo mercato strategico in Europa - commenta Tommaso Concina, country manager per l’Italia di S.T. Dupont -. Siamo presenti con una distribuzione multichannel in oltre 150 punti vendita e da agosto è operativa sul nostro sito la piattaforma e-commerce che sta già dando i primi importanti risultati».

I fumatori (di sigari) possono contareanche in Italia sulla rinnovata linea di accessori (portasigari, tagliasigari, posacenere, etc), mentre gli appassionati di scrittura sul restyling della linea Iconic e sul lancio - in programma a novembre - della Linea D, la penna classica della maison rivisitata ed arricchita di lavorazioni di pregio.

S.T. Dupont - fondata nel 1872 dall’ imprenditore Simon Tissot Dupont, da cui trae le iniziali - ha chiuso il 2016 a livello globale con un fatturato di 62 milioni di euro, in aumento del 2% sull'anno precedente, e i dati del primo semestre dell'anno in corso confermano questo trend.

© Riproduzione riservata