Moda24

Dai fiori di Castelluccio di Norcia la cosmesi di Norsiglia per far rinascere…

progetti

Dai fiori di Castelluccio di Norcia la cosmesi di Norsiglia per far rinascere il territorio

Le crepe nella terra sono ancora profonde, quelle delle case impediscono ai loro proprietari di entrare. Un anno è passato da quella domenica mattina in cui un terremoto sconquassò città e campagne di Umbria e Marche, costringendo i loro abitanti a ripensare il futuro: «Il terremoto ci ha costretti a inventare qualcosa di diverso da quello che avevamo sempre immaginato», racconta Francesca Battilocchi, 19 anni, che a Norcia pensava di ereditare un giorno il bar ristorante dei genitori insieme al fratello Gianmarco, 21. Proprio come i loro amici Alessandro e Carlo Alberto Coccia, 19 e 14 anni, figli di fornai.

Parlando fra loro, nelle sere passate fra il garage e la roulotte in cui ancora abitano con le loro famiglie, i quattro ragazzi hanno dato vita a un progetto che, sperano, un giorno potrà diventare un lavoro e permettergli di restare nella loro città: sostenuti dalle loro famiglie per le prime spese, hanno così lanciato il marchio “Norsiglia”, mix fra Nursia, antico nome di Norcia, e Marsiglia, applicato a un bagnoschiuma, a una fragranza per ambienti, a saponette e a un olio per il corpo nei quali hanno racchiuso i profumi dei fiori della vicina piana di Castelluccio, ma anche prodotti tipici del territorio, olive, legumi, vino, «comprati da aziende locali con cui prima lavoravano i nostri genitori - racconta Francesca, che studia ingegneria civile a Perugia -. Volevamo raccontare il nostro territorio in modo diverso. Abbiamo contattato una cooperativa di Norcia che ha raccolto i fiori della piana l'estate scorsa, poi li abbiamo fatti lavorare in un laboratorio di Spoleto».

Fiordalisi, tulipani, margherite e gigli che colorano ogni anno la piana sono così stati racchiusi in due flaconi di vetro, la cui grafica è curata dal fratello di Francesca, mentre gli altri due “soci” si occupano di impacchettamento e spedizione delle confezioni, che per ora vengono spedite su richiesta online tramite il sito e la pagina Facebook di Norsiglia.

«Abbiamo presentato il progetto il 23 ottobre al palazzo della Regione a Perugia, e da quel momento abbiamo iniziato a ricevere i primi ordini, soprattutto dall'Umbria ma anche da Piemonte e Lombardia», aggiunge Francesca. Intanto, dal 2 al 10 dicembre i ragazzi saranno a Milano, dove presenteranno il loro progetto ad “Artigiano in Fiera”, la più grande fiera internazionale di piccoli produttori, in uno stand che Cna Umbria ha messo a loro disposizione gratuitamente. Se la loro Norsiglia andrà bene, poi, apriranno un negozio-laboratorio a Norcia. In attesa che arrivi una nuova fioritura, non solo sui prati di Castelluccio.

© Riproduzione riservata