Moda24

Scilla Huang Sun, la signora che investe nel lusso italiano: «Da…

intervista

Scilla Huang Sun, la signora che investe nel lusso italiano: «Da sportswear, Cina ed emergenti la crescita 2018»

Il  negozio Alberta Ferretti, appena inaugurato a Shanghai
Il negozio Alberta Ferretti, appena inaugurato a Shanghai

Ha un ruolo di spicco in un settore ancora molto maschile, la finanza. Ma il fatto sembra non pesarle, anzi. È determinata e appassionata e gioiosamente ottimista sul futuro del lusso. Scilla Huang Sun gestisce il Gam Luxury Brands Equity Fund, fondo specializzato che dal suo lancio, nel gennaio del 2008, ha fatto guadagnare ai suoi investitori circa il 10%.

«La maggior parte delle aziende di alta gamma quotate hanno superato le attese degli analisti per il secondo trimestre dell’esercizio fiscale in corso – spiega Scilla Huang Sun –. Una conferma che l’intero settore, rispetto agli ultimi due anni, è in una fase di solida ripresa, sostenuta dal buon momento dell’economia globale».

Per l’intero anno la previsione (si veda anche il Monitor Bain-Altagamma) è di una crescita del mercato del lusso, a livello mondiale, del 5%, percentuale che nel 2018 potrebbe anche salire, di pari passo con un andamento migliore delle attese per i titoli delle aziende quotate.

«I numeri di grandi marchi come Gucci, Louis Vuitton e Fendi sono confortanti. Certo, ci sono anche aziende che soffrono o non crescono a doppia cifra, ma le basi sono solide per tutte. Ora la sfida per brand, colossi del settore e medie aziende è rispondere alle richieste del mercato e farlo con grande velocità», aggiunge l’analista.

Tra i trend del momento c’è lo sportswear di lusso: basti pensare al successo delle sneaker da 500 euro in su, uno dei best seller del 2017 insieme a parka e t-shirt o jeans che costano come un doppiopetto in cashmere. «La maison stanno creando collezioni ad hoc, non solo calzature o tute. Allo stesso tempo, marchi globali come Adidas, Puma, Nike e Under Armour stanno aggiungendo contenuti moda alle collezioni, unendo performance e tendenze», sottolinea Scilla Huang Sun.

A sostenere la crescita dei prossimi anni saranno i consumatori cinesi e in generale i mercati emergenti, dove diventano sempre più importanti e numerose le classi medie, affamante di “lusso accessibile”.

Gli investimenti dell’imminente futuro si sposteranno dal retail alla tecnologia: non solo comunicazione online e siti di e-commerce, ma strumenti per utilizzare al meglio l’intelligenza artificiale, la realtà aumentate e, naturalmente, i big data.

Secondo l’esperta del fondo Gam, l’Italia continuerà ad avere un ruolo strategico nel mondo del lusso. «È vero che i Millennials, in particolare dei Paesi emergenti, imporranno alcuni cambiamenti o scelte, ma i consumatori dei mercati maturi resteranno importanti. Poi naturalmente c’è la creatività e il know artigianale che avete: non può esserci lusso senza Italia, in poche parole», conclude Scilla Huang Sun.

© Riproduzione riservata