Moda24

Trattamenti hi-tech per mani in primo piano

bodycare

Trattamenti hi-tech per mani in primo piano

Fin dall'antichità le mani hanno assunto un ruolo importante. Nella cultura aborigena venivano considerate un emblema regale, che evocava conoscenza e supremazia. Nella società moderna rivelano molto di noi, elemento di seduzione poiché veicolano messaggi, esprimono quelle parole che a volte non si riescono a dire. E rivelano anche la nostra età in modo impietoso, soprattutto se non gli dedichiamo le cure richieste. Sono sottoposte quotidianamente a delle aggressioni: freddo, inquinamento, raggi Uv (chi si ricorda di mettere la crema anche in questa zona?), frequenti lavaggi, screpolature, contatti con prodotti chimici, sono tutti elementi che danneggiano la pelle delle mani.

Indossare sempre i guanti come fanno la Regina d'Inghilterra e Karl Lagerfeld non è la soluzione ideale, anche perché esistono tutta una serie di trattamenti per risolvere i diversi problemi, quali: secchezza cutanea, mancanza di tonicità, macchie scure e le vene e i tendini troppo evidenti sul dorso della mano.

Trattamenti medico-estetici

Le richieste di trattamenti per il ringiovanimento delle mani negli ultimi anni sono aumentate del 5-6%, secondo gli ultimi dati presentati al recente Congresso Agorà. «La pelle del dorso delle mani con l'avanzare dell'età diventa sempre più sottile dato che il grasso cutaneo si riduce – spiega Luca Paolelli, specialista in medicina e chirurgia estetica alla Salutati Clinic di Milano - Per dare nuova densità alla cute si ricorre al filler di idrossiapatite di calcio che assicura un effetto repulp immediato e rende le vene meno evidenti.

Maggiore luminosità? La soluzione è il peeling PRX-T33 a base di acido tricloracetico dalle proprietà ristrutturanti e illuminanti. Il liquido, applicato sul dorso delle mani, almeno per un'ora, provoca una leggera esfoliazione in grado di stimolare il turnover cellulare. Sono consigliate almeno cinque sedute. Per le macchie scure, invece, oltre al laser Q-switched, si può utilizzare un peeling specifico, il Dermamelan, un potente depigmentante».

In istituto

La beauty routine per le mani va eseguita tutti i giorni, gli step sono: applicare la crema, non in modo eccessivo perché rende pigre le cellule, lavare le mani con l'acqua tiepida, non calda per non aggredire il film idrolipidico e proteggerle dalle aggressioni esterne. Se le mani sono particolarmente rovinate si può eseguire un trattamento extra nei centri professionali.

«L'ultima frontiera sono le maschere di nuova generazione – dice Luisa Usai, beauty expert del Salone San Babila 4C di Milano –. Il trattamento Soin Cocon Mains di Maria Galland usa una schiuma dall'effetto riscaldante che va lasciata in posa, indossando i guanti, per circa venti minuti. Per contrastare le rughe e le macchie scure è, invece, indicato Soin Complexe Modelant Mains a base di un gommage e un siero depigmentante».

Beauty routine

La cosmesi offre trattamenti mirati ed efficaci a patto di usarli in modo costante. La maison Chanel ha appena lanciato La Crème Main che si avvale di cera di rosa di maggio per levigare la cute, acido ialuronico, glicerina e burro di karité per nutrire e idratare sia le mani che le unghie. Per eliminare le cellule morte è indicato il Gommage Mains Minute de L'Occitane, a base di zuccheri esfolianti biologici e di un mix di oli di karité, mandorla dolce e semi d'uva. Contrastare le macchie scure? Il brand inglese Elemis offre un trattamento domiciliare White Brightening Pigment Perfector, due prodotti che attaccano in profondità il problema della pigmentazione su viso, décolleté e mani. Un rimedio veloce e pratico sono le maschere mani di Sephora a base di argan, avocado e aloe vera, si indossano i guanti per 15 minuti per avere delle mani da fata.

© Riproduzione riservata