Moda24

Vhernier, boutique strategiche per conquistare i mercati

  • Abbonati
  • Accedi
gioielli

Vhernier, boutique strategiche per conquistare i mercati

Ancora per due giorni, fino al 31 dicembre, sarà aperto il pop up store Vhernier all’interno del department store Hankyu ad Osaka. Uno spazio unico nel suo genere, per il quale l’artista giapponese Kahori Maki ha scolpito delle speciali opere in legno che decorano le vetrine, dando forma ai valori dell’azienda di Valenza (Al).

Si tratta del primo spazio mai aperto in Giappone dalla maison di alta gioielleria guidata da Carlo Traglio, che chiuderà l’anno con ricavi sopra i 38 milioni di euro, in crescita del 25% sul 2016 e del 10% superiore al target stabilito a inizio anno.

Il 2017 è stato per Vhernier l’anno dell’affermazione in una serie di mercati strategici, anche grazie all’apertura di alcune boutique. Tra queste spicca lo store londinese di Burlington Gardens, all’angolo con Old Bond Street, inaugurato a fine novembre. Quindicesimo negozio del brand, quello della capitale britannica si estende per una superficie di 80 metri, in un edificio fine Anni Venti. Ornata con palloncini e granchi, emblemi della maison, la boutique ospita anche un privé per gli acquisti speciali e di maggior valore. Se il 2017 è stato anche l’anno dell’espansione di Usa e Medio Oriente, l’Europa è per Vhernier un mercato molto importante, sia per quanto riguarda i concessionari indipendenti (+36%) sia per il retail : «Sta performando ottimamente - dichiara Carlo Traglio, presidente -. Per quel che riguarda le boutique, oltre a Milano che resta il nostro flagship più rappresentativo, i risultati più soddisfacenti sono quelli di Parigi, che proprio quest’anno ha compiuto 10 anni».

© Riproduzione riservata