Moda24

Nei gioielli di Giulia Barela tecniche antiche per conquistare i Millennials

  • Abbonati
  • Accedi
nuovi brand

Nei gioielli di Giulia Barela tecniche antiche per conquistare i Millennials

Una delle lavorazioni tipiche dell'oreficeria “made in Rome” è la cera persa, utilizzata già da Greci e Romani. Questa tecnica antichissima è oggi è alla base del successo di un giovane atelier di piazza San Pantaleo, a due passi da piazza Navona: è quello di Giulia Barela, che dopo una carriera nelle relazioni internazionali, ha deciso di fare della sua passione per i gioielli la sua nuova professione. A quarant’anni si è rimessa a studiare, si è innamorata della cera persa e oggi produce i suoi gioielli, declinati in undici collezioni, realizzati da laboratori della città e in parte nel distretto di Arezzo.

Il bracciale della collezione “Air”

Le creazioni di Giulia Barela Jewelry, piccole sculture in bronzo bagnato in oro 24 kt e argento 925, sono nate nel 2012 e nel giro di sei anni sono sempre più apprezzate, soprattutto da un pubblico di Millennials a cui Giulia, con il suo team di donne, sta puntando.

«Siamo presenti in 35 punti vendita in Italia, abbiamo aperto di recente il mercato statunitense, che sta andando molto bene e che espanderemo, e quello giapponese. Abbiamo anche la Cina nei nostri progetti», spiega la responsabile commerciale Lucilla Morgera, 38 anni. Negli Stati Uniti nel 2017 le creazioni dell'artista sono state esposte al Museum of Arts and Design di New York, nella mostra annuale dedicata ai nuovi brand della gioielleria internazionale.

«Investiamo molto anche sul web, che genera oggi il 30% del nostro fatturato, e sui social network, dove i nostri gioielli sono indossati da influencer amati dai Millennials», prosegue la manager.

Grazie a questo mix di artigianalità (i gioielli vengono consegnati in una pochette di seta fatta a mano) e vocazione digitale, le vendite sono in aumento dell'80%: «Sto pensando di lanciare anche una collezione maschile e di iniziare a introdurre delle pietre», spiega l'artista.

© Riproduzione riservata