Moda24

Rinascente, vetrine green firmate Dolce & Gabbana a Roma e Milano

  • Abbonati
  • Accedi
retail

Rinascente, vetrine green firmate Dolce & Gabbana a Roma e Milano

Quelle allestite verso la metà di novembre da Bergdorf Goodman sono, da oltre un secolo, una delle attrazioni natalizie di New York; quelle create da Leïla Menchari a ogni inizio di stagione, per quasi 40 anni, per la storica boutique Hermès di Faubourg-Saint-Honoré, nel cuore di Parigi, nel 2017 sono diventate una mostra al Grand Palais e un libro, La Reine Mage. Parliamo di vetrine concepite e considerate opere d’arte, per quanto breve sia la loro vita. Ora agli esempi di New York e Parigi (ma non dimentichiamo che Giorgio Armani e Ralph Lauren iniziarono le loro carriere come vetrinisti) si aggiungono quelli degli store Rinascente in Italia e in particolare dei due più grandi e famosi, Milano e Roma.

I giochi di luce dell'Acquedotto Vergine alla Rinascente

L’iniziativa “The Green Life”, che animerà soprattutto Rinascente Duomo e quella di via del Tritone, nella capitale, durerà fino al 18 aprile. Parte dalle vetrine, ma ha un respiro assai più ampio e potrebbe, chissà, diventare l’appuntamento annuale per dare il benvenuto alla primavera e all’esplosione di vita che la stagione porta con sé in natura e, quasi sempre, nelle persone. Le vetrine di Milano e Roma sono firmate Dolce&Gabbana: il marchio e i suoi creatori, Domenico Dolce e Stefano Gabbana, hanno con Rinascente un legame forte da molto tempo e negli ultimi mesi hanno dato vita a tante iniziative speciali. Basti ricordare i pop up dedicati alla personalizzazione di borse e sneaker e le sfilate che hanno animato i diversi piani dei negozi durante le più recenti fashion week di Milano, per l’uomo in gennaio e nel mese scorso per la donna.

Per tre settimane la scenografia floreale delle vetrine ideate da Dolce&Gabbana sarà declinata in tutti gli spazi del brand all’interno della Rinascente Duomo e Tritone. Per Roma sono stati creati inoltre due pop up store, uno a piano terra per borse, scarpe e moda donna; uno al secondo piano con la moda uomo. Negozi temporanei che avranno vita più lunga (due mesi) dell’evento complessivo e prevedono anche la personalizzazione. Lo stesso vale per gli spazi beauty, a Milano e a Roma, dove sono previste attività di painting e serigrafia.

Moltissimi i marchi coinvolti, accanto a vivaisti e architetti specializzati in giardini e parchi. Le piante e le composizioni floreali si potranno acquistare. Per queste tre settimane La Rinascente si trasformerà, all’esterno e all’interno, in un inno alla natura, alla possibile convivenza tra “economia della moda” e spirito eco, in totale sintonia con lo Zeitgeist, che ci vuole tutti più consapevoli di cosa voglia dire, davvero, “green life”.

© Riproduzione riservata