Moda24

Bulgari, un nuovo hotel a Tokyo nel 2022

  • Abbonati
  • Accedi
progetti

Bulgari, un nuovo hotel a Tokyo nel 2022

Nel 2022 anche Tokyo avrà il suo hotel Bulgari: è stato siglato, infatti, l’accordo fra il marchio del gruppo Lvmh e l’azienda immobiliare giapponese Mitsui Fudosan Co., Ltd., per lo sviluppo del primo hotel nel Paese che sorgerà nell’area di Tokyo Station.

Il Bvlgari Hotel Tokyo sarà il nono “firmato” Bulgari e avrà 98 fra stanze e suite. Sarà situato negli ultimi sette piani – dal 39° al 45° - di un grattacielo concepito per la costruzione del progetto di riqualificazione urbana di Yaesu 2-Chome North District Categoria I ※2. L’hotel sorgerà in un’area molto centrale, vicino alle aree di shopping di Nihombashi e Ginza e al Palazzo Imperiale. La sua vicinanza all’area di Tokyo Station e ai distretti finanziari di Nihombashi e Marunouchi lo rende una destinazione ideale anche per il business.

Oltre alle consuete caratteristiche dei Bvlgari Hotels, Il Bar, Il Ristorante, la Lounge con il camino, tutte dotate di terrazza esterna, ci sarà anche Il Cioccolato Store (il primo negozio di praline artigianali è stato lanciato proprio a Tokyo nel 2007 e riprodotto nella struttura più recente, quella di Dubai) e una Ballroom con spazio all’aperto. Prevista anche una Bulgari Spadi 1.500 mq, con un centro fitness e piscina interna di 25 metri.

«Il Giappone rappresenta un mercato strategico dove Bvlgari, come brand, è presente da 30 anni - ha commentato il ceo Jean-Christophe Babin -. Il mondo della gioielleria e l'ospitalità si combinano perfettamente per soddisfare le aspettative dei clienti Bulgari con un servizio di alto livello, non solo nei nostri negozi di proprietà, ma anche nei nostri straordinari hotel, che offrono servizi di lusso in un ambiente che riflette lo spirito di Bulgari.

Siamo particolarmente onorati di collaborare su questo straordinario progetto con Mitsui Fudsan, una delle compagnie immobiliari leader giapponesi; il nostro stile italiano contemporaneo e audace nel settore dell'ospitalità, creerà una novità gradita ed un'esperienza irresistibile nel raffinato mercato alberghiero giapponese».

Come gli altri hotel del gruppo, anche quello di Tokyo sarà disegnato dallo studio Antonio Citterio Patricia Viel, che ha già firmato gli alberghi di Milano, Londra, Bali, Pechino e Dubai. Entro l’anno è prevista l’inaugurazione dell’hotel di Shanghai, nella zona di Suhe Creekmentre, mentre nel 2020 apriranno quelli di Parigi (76 stanze al 30 di Avenue Georges V) e Mosca.

© Riproduzione riservata