Moda24

Venezia (per vip) dal Belmond Cipriani, gli scorci più belli…

  • Abbonati
  • Accedi
anniversari

Venezia (per vip) dal Belmond Cipriani, gli scorci più belli per la festa dei 60 anni

L’Hotel Belmond Cipriani di Venezia compie 60 anni e celebra l’anniversario con una serie di eventi. L’hotel, oggi parte del gruppo internazionale Belmond - cui fanno capo in Italia diversi hotel di lusso, dal Caruso di Ravello al Timeo di Taormina, dallo Splendido di Portofino a Villa san Michele a Firenze – ha origini che sanno un po’ di leggendario. Nel 1956 Giuseppe Cipriani, il fondatore del Ristorante Harry’s Bar espose ai clienti più affezionati un’idea che covava da molti anni, ovvero realizzare un hotel a pochi minuti da Piazza San Marco, ma tranquillo, isolato, lontano dai turisti e dalla folla. Fra gli amici di Cipriani, le tre figlie del Conte Iveagh, capo della famiglia Guinness, si entusiasmarono al progetto: Lady Honor Svejdor, la Viscontessa Boyd of Merton e Lady Bridgit Ness. Fu rapidamente fondata una società fra Cipriani e le sorelle Guinness e venne acquistata la proprietà di circa due ettari; due anni dopo, nel 1958, l’hotel apriva i battenti.

Fin dall’inizio Giuseppe Cipriani diresse l’albergo pur continuando a dirigere l’Harry’s Bar. Nel 1976 la famiglia Guinness cedette il Cipriani a uno dei clienti più affezionati, l’uomo d’affari americano James B. Sherwood. Maurizio Saccani, ad di Orient-Express Italia (ora Belmond), prese il timone dell’antica casa, unendola alle altre gemme della compagnia presenti sul territorio italiano e spagnolo: l’Hotel Splendido & Splendido Mare a Portofino, l’Hotel Villa San Michele a Fiesole e l’Hotel Caruso a Ravello, sulla divina costiera amalfitana. Dal 2010 anche il Grand Hotel Timeo e Villa Sant’Andrea a Taormina (Sicilia) assieme a La Residencia di Maiorca (Balerari, Spagna), sono entrati a far parte della collezione Belmond Hotels & Cruises.

Non sono mancate invenzioni enogastronomiche che hanno segnato la storia del Cipriani. All’inizio degli anni 60, in occasione di un pranzo ufficiale per la commemorazione del centenario del pittore veneziano Vittore Carpaccio, Giuseppe Cipriani creò un piatto semplicissimo, il filetto Carpaccio. Da quel giorno il Carpaccio è diventato un piatto classico della cucina internazionale. Altra invenzione il cocktail Bellini che ancora oggi viene realizzato da Walter Bolzonella (allievo di Cipriani) nella ricetta originale con succo fresco di pesca e bollicine. Oggi il ristorante Oro - a cura dell’executive chef Davide Bisetto - ha una stella Michelin.

La lista dei personaggi che hanno soggiornato al Cipriani è lunghissima: capi di Stato, famiglie reali, imprenditori e finanzieri, artisti di fama mondiale – per i 60 anni ha voluto mandare un messaggio particolare George Clooney con la moglie Amal che qui hanno festeggiato le nozze – intellettuali. Tanti hanno voluto lasciare una dedica visibile nelle sale dell’hotel. Oggi la barca di Pierpaolo Pasolini e Maria Callas – il 16 metri Edipo Re – è a disposizione degli ospiti per scoprire la Laguna di Venezia.
Il Cipriani è stato ampliato nel corso degli anni rispetto al progetto originario. Nell’assetto attuale – sotto la direzione di Giampaolo Ottazzi - conta 96 tra camere e suite. La parte più antica risale al XV secolo ed è costituita da Palazzo Vendramin che ha una veduta spettacolare su San Marco.

Nell’ambito delle celebrazioni per i 60 anni sono state previste alcune iniziative: venerdì 22 giugno, il maestro compositore Marco Ballaben accenderà la notte con un concerto per piano, allestito su di una speciale piattaforma galleggiante, a filo d’acqua e sotto le stelle. L’evento sarà anche occasione per festeggiare un ulteriore anniversario all’interno di Belmond Hotel Cipriani: i 20 anni del Cip’s Club, il ristorante terrazzato con vista su Venezia. Prima colazione all’alba in cima alla Scalinata Contarini del Bovolo, riaperta da poco. L’edificio tardo-gotico fu edificato tra il Trecento e il Quattrocento come simbolo di lustro da parte della casata omonima. Nei giardini di Casanova gli ospiti sono invitati a un’esperienza gastronomica particolare, solo 4 date in tutta la stagione e per massimo 10 commensali a serata, un lungo tavolo conviviale circondato dal folto vigneto nel cuore della Serenissima, lo chef Bisetto e un’oasi di permacultura con gli ingredienti più freschi e stagionali.

Fondato quasi 40 anni fa con l’acquisizione del Cipriani a Venezia, il portfolio di Belmond oggi comprende 47 hotel, incluso quello di Londra con apertura prevista nel 2018, itinerari di lusso su rotaia e crociere fluviali in molte delle più celebri mete a livello internazionale. Indirizzi storici in città e boutique resort, la collezione include luoghi come Belmond Grand Hotel Europe a San Pietroburgo, Belmond Copacabana Palace a Rio de Janeiro, Belmond Maroma Resort & Spa nella Riviera Maya e Belmond El Encanto a Santa Barbara in California. Belmond firma anche safari, otto treni turistici di lusso, tra i quali il Venice Simplon-Orient-Express, e tre crociere fluviali. Belmond gestisce inoltre il Club 21, uno dei ristoranti più rappresentativi di New York.

© Riproduzione riservata