Moda24

Ricco di diamanti e couture, il nuovo “Ocean’s Eight”…

  • Abbonati
  • Accedi
al cinema

Ricco di diamanti e couture, il nuovo “Ocean’s Eight” potrebbe essere il film più fashion degli ultimi anni

Più del Diavolo veste Prada, più di Sex and the City - di cui in questi giorni si celebrano i vent’anni dalla prima puntata- il nuovo “Ocean's Eight” (nelle sale italiane dal 26 luglio) si candida a diventare la creazione cinematografica più fashion degli ultimi anni. Come nel caso dei fratelli, tutti derivati dall'originale “Ocean’s Eleven” del 1960, anche qui si racconta l’ideazione e la realizzazione di una spettacolare rapina: ma lo scenario del Met Gala di New York, uno degli eventi più importanti dell’anno per la moda, l’oggetto del desiderio, un preziosissimo collier di Cartier, e un cast di attrici ad altissimo tasso di glamour inseriscono di diritto il nuovo film di Gary Ross nella classifica dei film dove la moda è assoluta protagonista.

Partiamo dalla storia, appunto: Sandra Bullock interpreta Debbie Ocean, sorella di quel Danny che per anni ha avuto il volto di George Clooney, criminale che vuole rubare una collana di diamanti da 150 milioni di dollari all’attrice Daphne Kruger, interpretata da Anne Hathatway, in occasione dell’evento.

Anne Hathaway con la collana Cartier in una scena nel film

Per farlo si avvarrà di sette complici: l’amica di rapine Cate Blanchett, la hacker Rihanna, la mamma ex criminale Sarah Paulson, la stilista Helena Bonham Carter, la designer di gioielli Mindy Kaling e la ladra Awkwafina. E la serata del Met Gala, l’evento organizzato per celebrare l’apertura della mostra nelle sale del Costume Institute del museo di New York, con il suo celebre red carpet, sarà il palco prescelto.

Sandra Bullock, Rihanna e Cate Blanchett sul set

La costumista Sarah Edwards ha chiesto a varie maison di fornire abiti adatti alla serata, versione cinematografica dell’originale: così, Alberta Ferretti ha vestito Debbie Ocean con un abito con richiami marini al suo nome, Cate Blanchett ha indossato un Givenchy d’archivio, Rihanna è stata strizzata in un rosso Zac Posen, Valentino ha vestito Anne Hathaway e Dolce & Gabbana Helena Bonham Carter, per Sarah Paulson è stata coinvolta Prada, Naheem Khan per Mindy Kaling e infine Jonathan Simkhai per Awkwafina.

Le protagoniste a Las Vegas: da sinistra, Sarah Paulson, Mindy Kaling, Sandra Bullock, Cate Blanchett, Anne Hathaway e Awkwafina

Gala a parte, comunque sequenza culmine del film, ogni protagonista del film ha avuto un profilo fashion molto accuratamente composto, come hanno rivelato le moodboard di Edwards, pubblicate con una sua intervista sul magazine Hollywood Reporter: la leader Sandra Bullock ama il minimalismo alla Stella McCartney, Azzedine Alaia e Prada mentre Cate Blanchett è stata pensata come versione femminile di Keith Richards, con giacche di velluto Burberry, cravatte Saint Laurent e pellicce vintage. Anne Hathaway ha uno stile classico alla Elizabeth Taylor, mentre Helena Bonham Carter è un concentrato di glam vittoriano-rock alla Vivienne Westwood, con tocchi jap.

La star del film, però, è la collana Cartier:

i maestri gioiellieri della maison hanno impiegato otto settimane di lavoro per realizzare la replica della collana soprannominata “Le Toussaint”, dal nome di Jeanne Toussaint, direttrice creativa di Cartier negli anni 30, il cui design riprende quello del gioiello che Jacques Cartier realizzò nel 1931 per il maharaja di Nawanagar. Al centro dell’originale spicca il diamante Queen of Holland da 136,25 carati. Sufficiente per ispirare, seppure in versione bijoux, un intero film.

© Riproduzione riservata