Moda24

In estate vincono le creme «skinny»

  • Abbonati
  • Accedi
cosmetica

In estate vincono le creme «skinny»

Sole, caldo, umidità e inquinamento urbano rappresentano una vera e propria sfida per il viso. Così come si alleggerisce il proprio guardaroba, lo stesso bisogna fare con il beauty case durante l'estate. Via libera quindi a formule leggere per il giorno, denominate “skinny”, mentre per la notte, per riparare la cute dagli stress subiti nella giornata, si possono applicare formule più ricche.

Le creme “skinny” sono trasformiste perché hanno la capacità di fondersi con la pelle, nonostante la leggerezza, di regalare un surplus di idratazione e apportare principi attivi performanti e molto puri.

Tutto parte dalla micronizzazione

Alla base di queste formule leggere c'è la micronizzazione, in pratica gli attivi contenuti nelle texture vengono resi infinitamente microscopici. Precursore di questo filone è stata la maison Chanel che già nel 2015, con cinque brevetti, aveva messo a punto delle formule microfluide, come il siero e il gel. Due anni dopo è arrivata Hydra Beauty Micro Crème, la prima crema con microsfere che contenevano tutto il potere della Camelia, senza l'utilizzo di tensioattivi. Ora l'ultima scoperta della casa francese è Hydra Beauty Masque de Nuit au Camelia, dalla consistenza cremosa che si trasforma in goccioline d'acqua, per aiutare la pelle a ossigenarsi durante la notte.

«Un altro rimedio per la stagione calda sono gli oli a base di sostanze vegetali, come avocado, mais, germi di grano, mandorla, dal potere restitutivo - spiega il cosmetologo Umberto Borellini -. È un prodotto trasversale, indicato per tutti i tipi di pelle, dalla più secca a quella grassa, e per tutte le età, anche per le over 50, quando le ghiandole sebacee rallentano la produzione di sebo. Il modo migliore per applicare l'olio é metterne una o due gocce sul palmo e massaggiarlo delicatamente sul viso, in questo modo il calore della mano lo farà penetrare in profondità».

Peeling&maschere

Uno step molto importante per migliorare la grana della pelle, ridurre i pori dilatati e la lucidità, manifestazioni tipiche della stagione, sono i peeling e le maschere. È consigliato farli almeno una o due volte alla settimana per mantenere la pelle del viso asciutta, rimuovere le cellule morte e le impurità, stimolando il turnover cellulare. Lo scrub, inoltre, è perfetto prima di applicare maschere e sieri. Tra le novità il Peeling Viso Enzimatico di Susanne Kaufmann, per una pulizia profonda delle pelli più sensibili e sottili; grazie a un mix di enzimi di frutta e attivi botanici la pelle viene detossinata durante il trattamento. La maison Lancôme, invece, punta sugli estratti di Bifidus per Génifique Hydrogel Melting Masque, una maschera hi-tech, una biomatrice acquosa e solubile, che in soli dieci minuti lascia la pelle rimpolpata e rinnovata.

Per dissetare la pelle

Bere tanta acqua non è sufficiente, l'acqua tende a evaporare, ancora di più con il caldo lasciando l'epidermide disidratata. In nostro aiuto arrivano le nuove generazioni di cosmetici che forniscono alla nostra pelle un surplus d'idratazione attraverso formule leggerissime. Come il nuovo Decorté AQ - Oil Infusion che contiene un'elevata concentrazione di estratto di mucuna bianca, utilizzata già dalla medicina asiatica, un booster contro l'aging cutaneo. La maison Clinique, invece, assicura 72h d'idratazione con Moisture Surge Auto-replenishing Hydrator, la nuova tecnologia lascia la pelle fino a due volte più idratata rispetto alla versione precedente. L'ultimo tocco, infine, da portare sempre con sé in borsetta, nei momenti di sbalzi di temperatura sono le acque idratanti e lenitive, ve ne segnaliamo due: Galénic Acqua Urban Spray Difesa Inquinamento, uno spray leggero che rinfresca e idrata la pelle in ogni momento della giornata e Uriage Eau Thérmale Spray SPF 30, un'acqua idratante che protegge dai raggi UV e dall'invecchiamento precoce della pelle.

© Riproduzione riservata