Moda24

Numeri da record per Cosmoprof North America - Cresce l’export made…

  • Abbonati
  • Accedi
fiere

Numeri da record per Cosmoprof North America - Cresce l’export made in Italy

Chiude con numeri da record la 15esima edizione di Cosmoprof North America. La fiera, che si è svolta al Mandalay Bay Convention Center di Las Vegas dal 29 al 31 luglio ha infatti registrato 40mila visitatori (+9% rispetto al 2017), 1.415 espositori (+10%) da 56 Paesi rispetto ai 45 del 2017, su una superficie espositiva di 29.520 metri quadrati (+8%).

Un’opportunità per imprese italiane, visto che gli Stati Uniti si dimostrano un mercato che apprezza il beauty made in Italy: secondo i dati di Cosmetica Italia l’export verso questo Paese l’anno scorso ha infatti raggiunto un valore di 418 milioni di euro con una incremento del 3,4% rispetto all'anno precedente. Gli Stati Uniti perciò si confermano essere la prima destinazione extra-europea di cosmetici italiani, dopo Francia e Germania.

Primo in classifica tra i cosmetici italiani più venduti in America del Nord è il make-up che rappresenta il 30,4% del totale delle esportazioni verso gli Usa con un valore di oltre 127 milioni di euro (+ 19,3% rispetto al 2016). Al secondo posto la profumeria alcolica che supera i 99 milioni di euro (+2,7% rispetto al 2016) e ricopre il 23,6% del totale. Seguono i prodotti per capelli, con un valore di oltre 87 milioni di euro, pari al 21%.

Alla manifestazione di Las Vegas hanno partecipato 43 imprese italiane e una collettiva di 13 aziende sostenuta da Cosmetica Italia per favorire il business e sottolineare l’eccellenza e la competitività a livello mondiale del made in Italy. L’associazione delle imprese beauty italiane, insieme a ICE-Agenzia e con il sostegno del Ministero per lo Sviluppo economico, ha infatti realizzato il “Progetto speciale Usa”, un’iniziativa per fornire strumenti per rafforzare la conoscenza del made in Italy cosmetico negli Stati Uniti e creare nuove opportunità d’affari.
Quale è il segreto di un tale successo all'estero? Risponde Renato Ancorotti, neopresidente di Cosmetica Italia: “L'efficacia dei prodotti, la ricerca, l'innovazione e la collaborazione costante fra imprese, università e centri di ricerca, sono gli elementi principali che il mondo riconosce alle nostre imprese. Nel complesso la cosmetica italiana investe in tecnologia, ricerca e sviluppo il 7% del proprio fatturato, contro una media nazionale del 3%”.

© Riproduzione riservata