Mondo

In manette Rodrigo Rato, ex direttore del Fmi. È accusato di frode…

ex vicepremier del Partido Popular

In manette Rodrigo Rato, ex direttore del Fmi. È accusato di frode e riciclaggio

Manette per Rodrigo Rato, 66 anni, l'ex direttore del Fmi (tra il 2004 e 2007, ha preceduto Dominique Strass-Kahn) ed ex vicepremier per l'economia, accusato di frode, riciclaggio di capitali e di occultamento di beni. Lo si apprende da fonti giudiziarie citate dall'edizione on line de El Mundo. Le accuse sono quelle formulate nei confronti dell'ex presidente di Bankia dalla Procura, nell'ambito di un'inchiesta che è stata secretata e che ha fatto scattare, nel pomeriggio, anche una perquisizione nella sua abitazione su ordine del Tribunale superiore di Madrid.

Senza cravatta, con il collo della camicia sbottonato ed espressione tesa, Rato è uscito dalla sua abitazione di Madrid, accompagnato dagli agenti della polizia tributaria. Perquisizioni sono in corso in uno studio legale a Sotogrande (Cadice) collegato all'ex ministro del Partido Popular.

L'ex presidente di Bankia ha fatto ricorso alla sanatoria fiscale nel 2012 per regolarizzare capitali su conti correnti all'estero. L'alta corte dell'Audiencia Nacional indaga in particolare su un pagamento di 6,2 milioni di euro su uno dei conti intestati a Rato, che lo avrebbe giustificato con un'eredità familiare, secondo fonti giudiziarie citate di media. Rato è sotto inchiesta anche per l’uso disinvolto di carte di credito mentre guidava la banca iberica salvata dalla bancarotta con miliardi di denaro pubblico. Con altri manager l’ex ministro del governo Rajoy è anche indagato per una presunta manipolazione del valore del titolo nel 2011.

© Riproduzione riservata