Mondo

Francia, i capi di Uber fermati e interrogati dalla polizia

l’inchiesta sulla società concorrente dei taxi

Francia, i capi di Uber fermati e interrogati dalla polizia

Due dirigenti di Uber in Francia sono stati arrestati nell'ambito dell'inchiesta sulla «app» della compagnia, UberPOP, che ha scatenato violenti proteste nel Paese dei conducenti di taxi muniti di regolare licenza. I due capi della filiale francese, Thibault De Saint-Phalle e Pierre-Dimitri Gore-Coty,stanno ora subendo l'interrogatorio della polizia nel quadro delle indagini su «servizi illegali e dissimulazione di dati informatici», riferisce iTélé.

Il 25 giugno i taxi di Parigi e di diverse città francesi hanno protestato contro l'applicazione a stelle e strisce che consente a chiunque di improvvisarsi tassista con la propria auto. Non sono mancati duri scontri ed episodi di violenza e il prefetto di Parigi ha deciso di vietare UberPop per decreto. Una richiesta espressa direttamente dal governo.

Un portavoce della procura di Parigi ha annunciato che i due manager sono in custodia per essere interrogati su «attività illecite».

© Riproduzione riservata