Mondo

Obama: «I raid russi rafforzano l’Isis»

crisi siriana

Obama: «I raid russi rafforzano l’Isis»

Si riscalda ancora la tensione tra Stati Uniti e Russia circa la Siria e il governo di Assad. Nella serata di venerdì, a parlare è stato il presidente Usa Barack Obama, in una conferenza stampa alla Casa Bianca. «I raid russi in Siria stanno rafforzando lo stato islamico», ha detto Obama. «Il motivo per cui Assad è ancora al potere è perché la Russia e l'Iran sono stati disposti a sostenerlo», ha continuato.

«Putin è andato in Siria perché il suo amico Assad è debole. Non gli bastava più dare soldi. Ha dovuto mandare uomini. Solo Iran e Russia sono con Assad. Tutto il resto del mondo è con noi», ha affermato ancora Obama, che ha anche elogiato i curdi e le forze di opposizione moderate. «Non si può tornare allo status quo - ha detto - serve un cambiamento». «Noi non cooperiamo con una campagna che mira a distruggere chi ne ha abbastanza del regime di Assad». Obama respinge espressamente la «teoria russa», secondo la quale «tutti coloro che si oppongono ad Assad sono terroristi». Per Obama il fatto che la Russia non distingua tra l'Isis e l'opposizione moderata sunnita è una ricetta «per il disastro». Ma il presidente americano ha anche sottolineato che «questa non è una guerra tra Usa e Russia». «Non è una partita a scacchi tra superpotenze» e chi la vede così sbaglia. «È una battaglia tra Russia, Iran, Assad e il popolo siriano»

© Riproduzione riservata