Mondo

Voto a Berlino, crolla la Cdu della Merkel. Vince la sinistra,…

i risultati definitivi delle elezioni

Voto a Berlino, crolla la Cdu della Merkel. Vince la sinistra, avanza la destra populista di Afd

I leader di Afd esultano dopo i risultati del voto a Berlino (Epa)
I leader di Afd esultano dopo i risultati del voto a Berlino (Epa)

I risultati definitivi delle elezioni regionali a Berlino, forniti dall'ufficio elettorale, confermano forti perdite per Spd e Cdu, l'ascesa di Afd, il sorpasso della Linke sui Verdi, il rientro dei liberali dell'Fdp nel Senato. L’Spd resta primo partito con il 21,6% (-6,7 rispetto al 2011) seguito dalla Cdu con il 17,6 (-5,7). Per i due partiti è il peggior risultato dal dopoguerra a Berlino. Seguono Linke con il 15,6 (+3,9), i Verdi con 15,2 (-2,4), Afd con il 14,2 (assenti 5 anni fa) e l'Fdp con 6,7 (+4,9).

LE ELEZIONI A BERLINO
Risultati dei principali partiti e variazione rispetto alle elezioni del 2011

Il voto nella città-stato di Berlino si è concluso ieri alle 18, registrando un’affluenza molto alta (7 punti in più rispetto al 2011). Già le prime proiezioni Infratest Dimap, per la rete tv Ard, davano in netto calo (al 23%) la Spd del sindaco uscente Michael Müller, mentre il partito cristiano democratico di Angela Merkel, pur rimanendo al secondo posto, ha registrato il peggiore risultato della sua storia a Berlino (5 punti percentuali in meno rispetto al 2011). «Non possiamo essere soddisfatti», è stato il primo laconico commento del deputato della Cdu, Michael Grosse-Broemer. È la seconda pesante sconfitta elettorale nel giro di due settimane per la Cdu, dopo quella in Meclemburgo-Pomerania.

Alternative für Deutschland, che entrerà per la prima volta nel parlamento della città-stato (è presente in 10 parlamenti regionali su 16), si è affermata con una percentuale a due cifre, assai vicina a quella prevista da molti sondaggi della vigilia, del 15%. Si confermano sia i Verdi che la Linke, che diventeranno probabilmente gli alleati dei socialdemocratici (garantendo continuità al sindaco Müller) per la formazione del nuovo governo della capitale, dal quale uscirebbe quindi la Cdu.

In base ai risultati elettorali, l’attuale grande coalizione di Spd e Cdu, infatti, avrebbe soltanto 66 seggi sui 149 del parlamento regionale e quindi non potrebbe continuare a governare. Le prime proiezioni attribuivano ieri 90 seggi all’ipotetica coalizione “rosso-verde-rosso”. La maggioranza assoluta è di 75.

I RISULTATI DELLE ELEZIONI REGIONALI PRIMA DELLE FEDERALI
Come hanno votato i Länder da marzo 2016 e quelli che andranno al voto entro settembre 2017 (Fonte: Deutscher Bundestag)

Afd: «Noi i veri vincitori»
Il leader del movimento populista AfD a Berlino, Georg Pazderski, ha rivendicato il successo di Alternativa per la Germania nelle elezioni per il rinnovo del Parlamento della capitale. «Siamo noi i veri vincitori. Quello che abbiamo ottenuto oggi a Berlino è unico», ha sottolineato, mentre il co-presidente dell'Afd, Joerg Meuthen, ha rimarcato come i risultati raggiunti dimostrino che il partito è radicato in tutto il Paese.

Prima proiezione Zdf conferma: Cdu a picco

Secondo quanto riportato ieri dal canale pubblico Zdf, dopo la bocciatura della grande coalizione Spd-Cdu che ha governato negli ultimi cinque anni la città-regione di Berlino, l'opzione più probabile dopo le elezioni è uno slittamento a sinistra con una maggioranza a tre Spd-Verdi-Linke (rosso-rosso-verde).

© Riproduzione riservata