Mondo

Bruxelles, arrestato uomo che ha preso 15 ostaggi in supermercato

bruxelles

Bruxelles, arrestato uomo che ha preso 15 ostaggi in supermercato

(Afp)
(Afp)

Bruxelles ripiomba nella paura dopo gli attentati del 22 marzo scorso. Paura che fortunatamente questa volta è durata poco. Un uomo armato, probabilmente con un coltello, si è barricato in un supermercato e ha preso 15 persone in ostaggio, a Forest, quartiere residenziale a sud della capitale belga. «Quindici persone erano presenti in negozio e un uomo armato le tiene in ostaggio», è stato riferito dalle autorità. Secondo fonti della polizia, la presa di ostaggi sarebbe nata da un tentativo di rapina nel negozio Carrefour e dunque non si tratterebbe di terrorismo, ma non ci sono ancora conferme.

Il sequestratore è stato arrestato poco dopo. Si tratterebbe, secondo le prime informazioni riferite dal quotidiano Dernière Heure che cita la tv fiamminga Vrt, di un gesto successivo a un furto. L'uomo, armato di un coltello, non ha fatto rivendicazioni particolari o legate al terrorismo e starebbe ripetendo «non voglio andare in prigione». Non si registrano feriti tra gli ostaggi.

Il panico è scattato poco prima delle 20, all'ora di chiusura di un supermercato della catena Carrefour nel quartiere semicentrale della capitale belga, nella chaussée d'Alsemberg. Nel negozio erano presenti una quindicina di persone che stavano ultimando gli acquisti ed erano pronte a pagare alla cassa quando sono state bloccate dall’uomo armato di coltello.
Le forze speciali, che avevano anche inviato un elicottero a sorvolare la zona, hanno facilmente preso il controllo della situazione. L'operazione si è quindi conclusa con un bilancio positivo: nessun ferito tra i clienti ritrovatisi prigionieri nel supermercato mentre facevano la spesa, e perimetro di sicurezza rapidamente levato. Diverse persone però sono in stato di shock.

© Riproduzione riservata