Mondo

Il Nikkei recupera (+0,1%) sul Pil cinese oltre le attese

BORSE ASIATICHE

Il Nikkei recupera (+0,1%) sul Pil cinese oltre le attese

TOKYO - L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo, dopo un avvio negativo, ha chiuso oggi in lieve recupero dello 0,11% a 18.355,26 punti ma resta non distante dai minimi da 5 mesi.
Il mercato azionario giapponese aveva inaugurato la nuova ottava su toni deboli, tra tensioni geopolitiche che favoriscono uno sgonfiamento della lunga corsa all'azionario seguita all'elezione del presidente Trump. Il missile lanciato ieri dalla Corea del Nord - con un test comunque fallito - contribuire a frenare la propensione al rischio degli investitori, che si traduce tra l'altro in una tendenza al rafforzamento dello yen che penalizza i titoli esportatori alla Borsa di Tokyo. Tuttavia nel finale delle contrattazioni il Nikkei e' riuscito a superare la linea di galleggiamento, dopo la notizia che il Prodotto interno lordo cinese nel primo trimestre e' aumentato del 6,9%, oltre le attese e al ritmo migliore dal 2015.
La divisa nipponica ha toccato in mattinata i massimi sul dollaro (debole anche nel resto nell'Asia) dal 15 novembre scorso, a quota 108, 23, mentre sull'euro ha raggiunto i massimi dal 9 novembre a 114,86. I volumi degli scambi sono contenuti dall'atmosfera festiva post-pasquale su scala internazionale.
D'altra parte, si segnala che gli investitori stranieri nella prima settimana di aprile sono tornati acquirenti netti sull'azionario nipponico, dopo sette ottave consecutive di alleggerimento dell'esposizione. Le tensioni relative alla Corea del Nord potrebbero avere un effetto “positivo” sullo sviluppo dei colloqui economici bilaterali tra Giappone e Usa previsti per domani, guidati dal vicepresidente Mike Pence e dal vicepremier Taro Aso, nel senso che le sotterranee frizioni commerciali non dovrebbero a questo punto balzare in primo piano.

© Riproduzione riservata