Mondo

Un’opera di Basquiat battuta all’asta per 110 milioni di dollari

record da Sotheby's a manhattan

Un’opera di Basquiat battuta all’asta per 110 milioni di dollari

L’opera di Jean-Michel Basquiat, «Untitled» (Sotheby's via AP)
L’opera di Jean-Michel Basquiat, «Untitled» (Sotheby's via AP)

Oltre 110 milioni di dollari. È la cifra offerta da un imprenditore giapponese per un’opera di Jean-Michel Basquiat nel corso dell’asta che si è tenuta il 18 maggio da Sotheby's a Manhattan. Stabilendo un nuovo record per un artista americano nelle vendite della casa d’aste.

Il dipinto “Untitled”, del 1982, rappresenta un teschio su uno sfondo azzurro: misura 183 centimetri di lunghezza e 173 di larghezza ed è stata realizzata su tela con olio, acrilico e spray. Nato a Brooklyn nel 1960 da padre haitiano, Basquiat è uno dei più importanti esponenti del graffitismo americano, movimento che egli riuscì a portare, con Keith Haring, dalle strade metropolitane nelle gallerie d'arte. L’artista è morto nel 1988 a soli 27 anni, in seguito a un'overdose.

La valutazione di questo quadro, la più alta di sempre per un'opera dell'artista, supera di molto la stima iniziale dei 60 milioni di dollari che la casa d'asta pensava di ottenere.

L'acquirente èYusaku Maezawa, un imprenditore e collezionista giapponese di 41 anni (patrimonio stimato da Forbes in 3,6 miliardi di dollari): fondatore del sito e-commerce online Zozotown, il miliardario è già proprietario di un altro Basquiat, acquistato nel maggio 2016 per 57,3 milioni di dollari. Un’operazione record che gli ha attirato un'attenzione notevole sui media: in quella stessa asta, Maezawa ha acquistato pezzi di Bruce Nauman, Alexander Calder, Richard Prince e Jeff Koons, spendendo complessivamente 98 milioni di dollari in due giorni.

Maezawa nel 2012 ha creato la Fondazione d'Arte Contemporanea a Tokyo con l'obiettivo di «sostenere i giovani artisti come pilastro della prossima generazione di arte contemporanea». L’imprenditore collezionista prevede di aprire un museo d'arte contemporanea a Chiba che ospiterà la sua collezione.

© Riproduzione riservata