Mondo

Terrore a Teheran, attacco al Parlamento e al mausoleo Khomeini:…

TERRORE NELLA CAPITALE IRANIANA

Terrore a Teheran, attacco al Parlamento e al mausoleo Khomeini: almeno 12 morti. Isis rivendica

  • – di Redazione Online
Reuters
Reuters

Si è concluso l'attacco al Parlamento iraniano a Teheran da parte di quattro terroristi, di cui uno si è fatto esplodere al quarto piano dell'edificio, mentre gli altri tre sono stati uccisi dalle forze di sicurezza. Lo hanno riferito le autorità. Attualmente è in corso il controllo da parte della polizia in tutte le stanze e in tutti gli angoli dell'edificio per poter escludere la presenza di altri individui o eventuali ordigni.

Il bilancio è di almeno 12 morti e 30 feriti. Lo riferisce l'agenzia iraniana Tasnim, secondo cui ci sarebbero stati anche diversi ostaggi. Uno degli uomini che questa mattina hanno preso d'assalto il Parlamento iraniano si è fatto saltare in aria: lo riporta in un tweet il gruppo del media curdo Rudaw. Secondo altri media internazionali l'esplosione è avvenuta al quinto piano dell'edificio.

Le teste di cuoio iraniane hanno circondato il Parlamento: lo riportano i media internazionali, mentre i media statali riportano che elicotteri della polizia sorvolano il palazzo del Parlamento e che all'interno dell'edificio tutte le linee telefoniche cellulari sono state disattivate. Il Consiglio di sicurezza di Teheran è riunito in sessione straordinaria per fronteggiare la situazione.

Sarebbero quattro i terroristi, incluso un kamikaze, che hanno aperto il fuoco nella sede del Parlamento (il Majlis) iraniano e - in un secondo attacco - nei pressi del monumento dedicato all’Ayatollah Khomeini nella zona sud-orientale di Teheran.

DUPLICE ATTACCO
I luoghi degli attentati a Teheran

L'Isis, attraverso il suo ramo libico, ha rivendicato gli attacchi terroristici al Parlamento di Teheran e al mausoleo Khomeini: lo riporta l'agenzia di stampa austriaca Apa che cita la Fars.

Il corpo di un terrorista a terra si intravede dietro gli agenti di polizia iraniani (AP Photo/Ebrahim Noroozi)

Alcuni colpi d’arma da fuoco avrebbero raggiunto anche l’area riservata ai giornalisti.

Nell’assalto al Parlamento gli uomini imbracciavano Kalashnikov e armi Colt. Lo ha riferito all’agenzia di stampa Irna un parlamentare, Qolam-Ali Jafarzadeh Imenabadi, aggiungendo che, oltre alla guardia uccisa, altre due sono rimaste ferite.
«Morte agli Stati Uniti, abbasso gli Stati Uniti»: questo lo slogan
gridato all'unisono dai deputati iraniani presenti nel Parlamento nazionale, durante l'attacco terroristico nell'edificio. Lo riferiscono i media iraniani.
I deputati si trovano nell'aula generale, un ampio emiciclo dove si svolgono le sessioni generali che e' stata intanto blindata dalle forze dell'ordine. I terroristi sono riusciti a penetrare in altre ali dell'ampia struttura.

Nell’altro assalto, quello al Mausoleo di Khomeini gli aggressori hanno sparato sulla folla all'interno dell’edificio ferendo un numero imprecisato di persone: lo riferisce Press tv. Secondo l'emittente due aggressori sono stati arrestati e un terzo si è fatto saltare in aria.

Secondo la Fars, una persona è rimasta uccisa nell'esplosione innescata da un attentatore suicida nel mausoleo dell'imam Khomeini, mentre altre due persone sono rimaste ferite. Altre fonti parlano di una decina di feriti. La Fars aggiunge che oltre all'attentatore suicida, un altro assalitore è rimasto ucciso in uno scontro a fuoco, un secondo si sarebbe suicidato ingerendo una capsula di cianuro, e un terzo, una donna, sarebbe stata catturata.

Ci sarebbe anche un terzo attacco: un'esplosione è stata infatti udita nella metropolitana del Mausoleo di Khomeini a Teheran: lo scrive l'agenzia di stampa iraniana Fars. La metropolitana si trova a due passi dal Mausoleo. Intanto secondo l'agenzia di stampa iraniana Tasnim, uno degli assalitori del Parlamento iraniano, il Majlis, è riuscito a lasciare l'edificio e sta sparando in strada. Secondo il giornale online Shargh, un altro si sarebbe barricato in una stanza del complesso molto ampio del Parlamento e avrebbe detto di avere una cintura esplosiva.

L'anti-terrorismo iraniano ha sventato un altro piano terroristico nel Paese e ha arrestato una «squadra di terroristi»: lo ha detto il capo del dipartimento anti-terrorismo del ministero dell'Intelligence del Paese, secondo quanto riporta la tv di Stato iraniana Irib.

La situazione all'interno del Parlamento iraniano «è sotto controllo e l'attacco ha causato danni minori di quelli previsti, grazie alle forze di sicurezza pienamente in grado di gestire gli aggressori codardi». Così il presidente del Parlamento iraniano, Ali Larijani, che oggi ha presieduto una seduta a porte chiuse mentre all'esterno dell'aula si svolgeva l'attacco terroristico. Per Larijani «l'attacco dimostra che i terroristi hanno l'Iran come obiettivo» perché «l'Iran è un hub attivo ed efficace nella lotta al terrorismo».

© Riproduzione riservata