Mondo

Parigi, paura sugli Champs-Elysées: auto contro un furgone…

parigi

Parigi, paura sugli Champs-Elysées: auto contro un furgone della polizia. Morto l’assalitore

L’auto sospetta, a sinistra, durante l’operazione di polizia sugli Champs-Elysee (AP Photo/Matthieu Alexandre)
L’auto sospetta, a sinistra, durante l’operazione di polizia sugli Champs-Elysee (AP Photo/Matthieu Alexandre)

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
PARIGI - Paura questo pomeriggio nel cuore di Parigi, sugli Champs-Elysées. Poco dopo le tre e mezza - all'altezza del Grand Palais, a 200 metri dal palazzo dell'Eliseo - un'auto, una Renault Megane, ha urtato volontariamente un furgone della polizia che insieme ad altri stava percorrendo gli Champs in direzione della Concorde. La vettura è esplosa e ha preso fuoco.

L'autista, che era solo, è stato estratto dagli agenti, nessuno dei quali è rimasto ferito, ed è morto. L'inchiesta è stata affidata alla sezione antiterrorismo della Procura.

L'uomo era armato, con una pistola Glock, e a bordo dell'auto, oltre ad altre armi, tra cui un kalashnikov, c'erano alcune bombole di gas. Una delle quali sarebbe appunto esplosa.

L'uomo, un francese di 33 anni conosciuto dall'intelligence e schedato S perché sospetto di radicalizzazione islamica - avrebbe quindi tentato di far esplodere l'auto insieme al furgone dei poliziotti, con un attentato kamikaze.

L'intera zona è stata ovviamente isolata e la stazione della metropolitana Clémeanceau è stata chiusa. Si tratta dell'ennesimo attacco a dei poliziotti a Parigi. Proprio sugli Champs due mesi fa, il 20 aprile, un terrorista dello Stato islamico aveva sparato ad alcuni agenti, colpendone uno a morte, prima di essere ucciso

© Riproduzione riservata