Mondo

Venezuela, granate da un elicottero della polizia contro la Corte Suprema

MADURO DENUNCIA UN GOLPE

Venezuela, granate da un elicottero della polizia contro la Corte Suprema

Un elicottero della Polizia scientifica venezuelana ha sorvolato il centro di Caracas e dal velivolo sono state lanciate quattro granate sulla sede del Tribunale supremo di giustizia, secondo quanto ha denunciato il presidente Nicolas Maduro che ha parlato di un «attacco terroristico» nella capitale. «Hanno sparato contro il Tribunale supremo: è il tipo di attacco che sto denunciando da tempo», ha detto assicurando che «cattureremo i colpevoli».

Crisi degenerata
L'ora X potrebbe dunque essere scoccata, la crisi del Venezuela è ormai degenerata. La violenza non è più solo quella delle piazze ma è tra le istituzioni.
Molti residenti nel centro di Caracas hanno visto e fotografato l'elicottero, che esibiva su uno dei lati una bandiera con lo slogan “Libertà 350”, in allusione a un articolo della Costituzione venezuelana che autorizza la rivolta contro autorità antidemocratiche.

Maduro ha detto che il responsabile dell'attacco è un agente della Brigata di azioni speciali (Bae) della Polizia scientifica, Oscar Rodriguez, che ha collegato con Miguel Rodriguez Torres, ex ministro degli Interni e della Giustizia di Hugo Chavez, «in contatto con la Cia».

(REUTERS/Ivan Alvarado)

Il ministro della Comunicazione Ernesto Villegas ha definito l'attacco un «atto terrorista» che fa parte di una «offensiva insurrezionale della destra estremista».

Carri armati nelle strade
Maduro ha mobilitato le forze militari dichiarando così di voler proteggere la democrazia venezuelana. Ieri sera sono stati visti diversi carri armati percorrere le strade principali di Caracas, mentre gruppi di militari sono entrati nel Parlamento venezuelano, scontrandosi con deputati e senatori.
Le incognite, oltre che di carattere politico, sono anche di tipo energetico. Il Venezuela è un grande Paese produttore ed esportatore di petrolio. La degenerazione della crisi potrebbe accendere la miccia di un fabbisogno inferiore al necessario, in America Latina e negli Stati Uniti.

( REUTERS/Ivan Alvarado)

© Riproduzione riservata