Mondo

EasyJet si prepara alla Brexit e sceglie Vienna come sede Ue

il gruppo aereo britannico

EasyJet si prepara alla Brexit e sceglie Vienna come sede Ue

AFP PHOTO / PASCAL PAVANI
AFP PHOTO / PASCAL PAVANI

Nasce EasyJet Europe, nuova compagnia con sede a Vienna, voluta dal gruppo aereo britannico per tutelare i propri diritti di volo in vista della Brexit. EasyJet ha infatti scelto l'Austria come Paese dove richiedere il certificato di volo e dove fissare il quartier generale della nuova società. Per EasyJet è infatti necessario un certificato di volo (Aoc) in un Paese Ue per poter volare fra i Paesi membri dopo la Brexit. La nuova licenza consentirà alla compagnia low cost di continuare a volare in Europa anche dopo il marzo 2019, la data che secondo gli accordi dovrebbe segnare l’uscita di Londra dalla Ue.

«Il processo di accreditamento è in corso e speriamo di ricevere l'Aoc a breve», dichiara la società in una nota. EasyJet ha annunciato la creazione di una nuova compagnia aerea, EasyJet Europe. La nuova società sarà basata a Vienna e permetterà alla compagnia low cost inglese di continuare a volare senza impedimenti nella Ue anche dopo la Brexit, secondo quanto spiega EasyJet stessa in una nota.

Con la creazione di questa nuova entità salgono a tre le società che fanno capo alla compagina inglese: oltre alla casa madre con sede a Luton, ci osno quella svizzera e appunto quella austriaca. Per Easyjet il mercato dell’Unione Europea è fondamentale: il 30% vola su rotte che collegano aeroporti dei 27 paesi Ue, e questo la rende particolarmente vulnerabile a cambiamenti regolamentari e normativi legati alla Brexit.

Easyjet ha detto di aver scelto l’Austria per la sua rigorosa attuazione delle regole Ue in materia di sicurezza di volo e per la capacità dello scalo di Vienna di movimentare un numero consistente di velivoli al giorno. Anche Lufthansa ha scelto una licenza austriaca per la sua compagnia low-cost Eurowings.


© Riproduzione riservata