Mondo

Sierra Leone, almeno 300 vittime sotto colata di fango

IL DISASTRO

Sierra Leone, almeno 300 vittime sotto colata di fango

Afp
Afp

Potrebbe essere di almeno 300 vittime il bilancio della colata di fango che ha travolto la periferia di Freetown, capitale dello stato africano del Sierra Leone.
Le autorità hanno reso noto che oltre duecento corpi sono stati portati in obitorio, già sopraffatto dall'eccessivo numero di cadaveri, ma il conto delle vittime è certamente più alto - per la Croce Rossa sono già oltre 310 - e in aumento. Il vicepresidente del Paese, Victor Foh, ha dichiarato che «è probabile che centinaia di persone siano morte ai sotto ai detriti» nella zona della città colpita dal disastro, aggiungendo che molti edifici sono stati eretti in maniera abusiva. A quanto sottolinea anche Reuters, frane e fiumi di fango sono abbastanza frequenti nella stagione della pioggia in Africa occidentale in conseguenza a deforestazione e scarsa pianificazione territoriale.

Il disastro è iniziato nelle prime ore della mattina, dopo una notte di violente pioggie, quando decine di abitazioni hanno iniziato ad essere sommerse. «È probabile che altre centinaia di persone si trovino sotto il fango», ha detto all’agenzia Reuters il vicepresidente del Paese Victor Foh. La Croce Rossa ha annunciato di avere già condotto 179 corpi senza vita alla Camera mortuaria di Freetown ma il numero è destinato a crescere.

© Riproduzione riservata