Mondo

Agnona rilancia sul Giappone

Asia e Oceania

Agnona rilancia sul Giappone

TOKYO - E' fiera di essere stata il primo marchio europeo a sfilare in Giappone ormai mezzo secolo fa. Agnona, linea femminile di lusso del gruppo Zegna specializzata nell'utilizzo di fibre nobili, e' tornata a sfilare a Tokyo presso la residenza dell'ambasciatore d'Italia Giorgio Starace, che l'ha presentata come una icona del Made in Italy della massima qualità. Nella serata e' stata messa in mostra , con pannelli ed esempi di creatività', anche la storia dell'azienda piemontese ondata nel 1953 da Francesco Ilorini Mo.

Il prossimo passo, anticipa la Ceo Alessandra Carra, sara' probabilmente l'apertura del suo primo Flagship store a Tokyo, che potrebbe avvenire l'anno prossimo. L'attività di produzione avviene al 100% in Italia, con un export vicino all'80% del totale. “Il Giappone per noi e' un mercato molto importante, assieme al resto dell'Asia orientale, e conta per una quota importante delle nostre esportazioni - afferma Carra - Qui sono grandi amanti di Agnona perché' la qualità delle materie prime e della manifattura e' molto apprezzata dai clienti orientali in generale e giapponesi in particolare”. In Giappone - che e' stato storicamente il mercato piu' importante anche per i tessuti - l'azienda ha una distribuzione, curata dal partner Sanki, in tutti i maggiori department stores ma “stiamo lavorando e speriamo di avere presto una conferma per aprire un negozio nostro il prossimo anno”. Del resto, in un mercato promettente come la vicina Corea del Sud ci sono gia' tre negozi monomarca dell'azienda.

Agnona rilancia sul Giappone

Clienti , ospiti e partner hanno potuto ammirare la collezione invernale, applaudendo alla fine il direttore creativo Simon Holloway. La nuova collezione primavera-estate sta per debuttare nei prossimi giorni alla Settimana milanese della Moda. “Sara' lieve, con piu espressione artistica e piuttosto colorata”, anticipa Holloway. Una nuova tappa, insomma, per l'affermazione del brand anche presso fasce di clientela giovane.

© Riproduzione riservata