Mondo

Sisma in Messico, le reti si riempiono delle misteriose luci in movimento…

Americhe

Sisma in Messico, le reti si riempiono delle misteriose luci in movimento nel cielo notturno

La mattina in Messico (meno sette ore rispetto all'Italia) continua sotto il segno del fortissimo terremoto di grado 8.2 della notte al largo delle coste del Chiapas e con valutazioni e commenti in diretta del presidente Enrique Pea Nieto. Il saldo finale delle vittime, ora a quota 32, purtroppo destinato ad aumentare. Il Paese ha comunque reagito con prontezza alla situazione e si stanno facendo i calcoli dei danni infrastrutturali, che riguardano soprattutto lo Stato di Oaxaca e del Chiapas, mentre Citt del Messico a oltre 700 chilometri dall'epicentro. Nonostante questo, proprio a Citt del Messico si registrato un fenomeno rarissimo, che sta riempiendo i social e scatenando le pi diverse ipotesi.

Proprio durante il terremoto della notte, nella Capitale si sono viste nel cielo luci “danzanti” simili al fenomeno dell'Aurora Boreale e sono state scattate diverse fotografie. La stesse rete Tv nazionale Televisa sta diffondendo le immagine e interrogando esperti sul fenomeno che ha lasciato, chi l'ha visto, con la sensazione di “un'invasione extraterrestre”.

Nulla di tutto ci, naturalmente. Si tratta di un fenomeno rarissimo, ma gi documentato dal 1600 e denominato “Luci di terremoto”. Secondo ricercatori dell'Universit Rutgers, negli Stati Uniti, i fenomeni luminosi si producono in seguito al fatto che lo slittamento del suolo intorno alle faglie geologiche in occasione di un terremoto produce una carica elettrica molto intensa, che nel cielo notturno diventa un bagliore in movimento visibile anche a centinaia di chilometri di distanza.

Due giorni prima del sisma di San Francisco nel 1906 una coppia vide veri e propri fulmini salire dalla terra verso il cielo; nel caso del sisma canadese del 1988, nel Quebec, si avvist una palla di luce brillante color rosa e viola, addirittura 11 giorni prima del terremoto.

Fenomeni sempre diversi ma della stessa origine si sono registrati a Pisco, Per, nel 2007 e a Fukushima, Giappone, nel 2011. Anche nel caso del terremoto dell'Aquila del 2009 erano state riportate “fiamme di luce” pochi minuti prima del sisma proprio nel centro storico cittadino.

© Riproduzione riservata